Non importa l’età, una fuga da Villa del Lieto tramonto si può sempre organizzare.

Fuga da Villa del Lieto Tramonto

Un giallo del tutto particolare se pensiamo che le investigatrici, perché una non bastava, sono due anziane signore che risiedono in una casa di riposo chiamata Villa del Lieto Tramonto.

Questa villa è al centro della trilogia della scrittrice finlandese Minna Lindgren, che proprio a Helsinki ambienta le storie di Siiri e Irma, due vecchiette che forse non si rendono conto di quanto la loro vita, nonostante acciacchi e memoria che va e viene, sia ancora decisamente appassionante.

Il primo libro che ha introdotto le due amiche al pubblico portava il titolo di Mistero a Villa del Lieto tramonto, ed è stato pubblicato in Italia da Sonzogno  nel 2015. La stessa casa editrice qualche mese fa ha stampato il secondo romanzo, Fuga da Villa del Lieto Tramonto ( con traduzione di Irene Sorrentino), riportandoci tra le strade di Helsinki  in un’estate torrida. Ma perché fuga? Molto semplice: alla Villa sono in corso lavori di ristrutturazione. Un caos completo, tra rumori che fanno tornare a sentire anche un sordo, privacy inesistente, oggetti che spariscono, e personaggi un po’ loschi, sempre differenti, che non sembrano affatto dei muratori…così le due decidono di trovare una sistemazione momentanea, e con loro trascinano la terza amica, Anna -Liisa, con il marito, l’Ambasciatore,  e Margit, personaggio con la testa costantemente tra le nuvole, per di più depressa a causa della grave malattia del marito ricoverato in ospedale. E mentre il portagioie di Anna- Liisa scompare, ecco apparire la nuova dimora, di proprietà dell’Ambasciatore, affittata sino a pochi giorni prima.

Incredibilmente buffi questi anziani che creano una sorta di comune, non rendendosi conto che un palo in mezzo alla sala, un letto matrimoniale rotondo girevole, le pareti ricoperte di raso rosso e personaggi sconosciuti che continuano a suonare alla porta sono dettagli  che potrebbero dare suggerimenti sull’attività dei precedenti inquilini…

Gli amici vivono le loro lunghe giornate, ma Irma e Siiri, tra un viaggio e l’altro sugli amati tram che attraversano la città, così diversa da quella che era durante la loro gioventù, si recano spesso per controllare lo stato dei lavori alla Villa, per cercare di sapere quando potranno farvi ritorno, e fanno alcune scoperte…dietro al cantiere c’è ben altro…

Minna Lindgren

Fuga da Villa del Lieto Tramonto è un romanzo divertente, le situazioni in cui si ritrovano le anziane amiche sono comiche, fanno sorridere. E fanno sorridere perché Minna Lindgren ci porta in un mondo dove casa di riposo non è necessariamente sinonimo di noia, anche se non dimentica di raccontarci il lato umano: la paura di perdere  chi ci è accanto, la sensazione d’abbandono, il timore di essere diventati solo un peso per gli altri. Fa riflettere, ma con una buona penna che rende tutto più leggero. Prima o poi succede…tic tac tic tac… se devi metterti i panni di investigatore non puoi perdere tempo!

Minna Lindgren

Fuga da Villa del Lieto Tramonto

Sonzogno

Pagine: 320

Prezzo: 17,50 euro

 

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *