Bisogna sempre e comunque proteggere i propri figli?

Cosa si deve fare per i figli? Mettersi in discussione e fare qualsiasi cosa proteggerli? Metterli di fronte ai loro errori per farli crescere nell’onestà? E se commettono qualcosa di grave che può compromettere il loro futuro e quello dei genitori?

Esce oggi nei cinema italiani The dinner, film di Over Moverman con Richard Gere e Rebecca Hall, tratto dall’omonimo romanzo del noto autore olandese Herman Koch ( uscito nel 2010 per Neri Pozza ), che tratta proprio dei temi sopracitati.

Siamo oramai purtroppo abituati alle cosiddette “bravate” di giovani che talvolta oltrepassano il livello di gioco facendo diventare le loro azioni crimini veri e propri. Questi episodi, come se non bastasse, vengono spesso ripresi con le fotocamere dei cellulari e messi in rete, come fossero scherzi di cui andare fieri, come se non nulla fosse . Oppure, talvolta, questi filmati possono essere usati contro chi ha commesso il reato…

La cena si svolge dentro ad un rinomato ristorante olandese, i capitoli del libro sono suddivisi per portata. A tavola due coppie: Claire e Paul, genitori di Michael, e Babette e Serge, genitori di Rick. Paul e Serge Lohamn sono fratelli, dalle vite piuttosto diverse; mentre Serge è un potete politico che si prepara alle elezioni, Paul è un insegnante, per di più a riposo per via di un sistema nervoso che fa le bizze.

Quando i quattro coniugi si ritrovano a tavola, sembra iniziare una serata all”insegna del relax, delle chiacchiere e delle risate, nonostante manchi con evidenza l’affiatamento tra i commensali. La realtà è che non c’è nulla di rilassante, perché tutti sanno il vero motivo di questo ritrovo, anche se non riescono ad affrontare il problema, tutti sanno: i loro figli, insieme, hanno provocato la morte di una senza tetto che aveva trovato rifugio davanti ad un bancomat dove i ragazzi volevano prelevare dei soldi.

Non è stato un omicidio volontario, ma certamente Rick e Michael avevano preso di mira la donna. Le telecamere a circuito chiuso della banca hanno ripreso solo marginalmente l’accaduto, ma in rete girano altri filmati, e i due sono assolutamente riconoscibili…certamente per i loro genitori. Ma chi ha caricato le immagini su internet?

Qualcuno sta ricattando i ragazzi, e loro non riescono più ad andare avanti normalmente con le loro vite.

Quando i Lohman arrivano al dunque si scatenano le singole reazioni: mentre Serge vuole ritirarsi dalla politica e rendere noto il fatto pubblicamente, mettendo il figlio in condizione di proseguire la vita non prima di aver espiato i propri peccati, Paul cerca di mettersi nei panni di Michael: come affronterei la cosa se avessi ancora la sua età? Poteva accadere anche a lui, dallo scherzo alla tragedia a volte è un attimo.

Babette è disperata, per il terribile fatto e per le decisioni del marito, mentre Claire, alla fine, si rivela la più forte, certamente la più risoluta. Nulla può mettere in pericolo il futuro del figlio.

Un romanzo da leggere tutto d’un fiato, quello di Koch. Una storia dura ed emozionante, in cui i sentimenti familiari sono in primo piano, messi in discussione, rimescolati e sconvolti. 

La cena è un vero e proprio thriller contemporaneo.

 

 

 

 

Herman Koch

La cena

Neri Pozza 

Pagine: 288

Prezzo: 16,00

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *