Il passato e il presente di Nora, tra i freddi paesaggi canadesi.

La solitudine del ghiaccio, libro pubblicato in Italia da HarperCollins, è il romanzo d’esordio di Sheena Kadal, canadese. La scrittrice ha inventato una protagonista particolare, originale, diversa dalle figure femminili che come lettori siamo abituati ad incontrare in trame noir. Nora Watts, questo il suo nome, ha un passato difficile che non le fa sconti sul presente. Non è affascinante, spesso non è nemmeno piacevole, ma è vera, scaltra, consapevole dei suoi difetti che non cerca di far diventare pregi, ma solo di arginarli, quando ci riesce, e non sempre ce la fa, per sua stessa ammissione.

Dopo essere caduta nel vortice dell’alcolismo per tanto tempo, Nora sembra esserne uscita, anche quando riceve una telefonata che teme da quindici anni, tanti quanti sono gli anni della bambina da lei nata e data subito in adozione. Quella creatura è figlia di una terribile violenza che ha cambiato per sempre la vita di Nora. La ragazzina, Bonnie, sua figlia, è scomparsa nel nulla. Ed è certo che non si tratti di una fuga volontaria, nonostante il carattere ribelle della giovane. Un po’ come quello di sua madre.

Nonostante non abbia voluto e mai cercato un legame con lei, Nora, che vive nel seminterrato dell’ufficio di Vancouver  in cui lavora come una sorta di investigatrice, senza alcun titolo ma con l’innata capacità di capire chi le sta mentendo, sente che deve trovare Bonnie. Non può permettere che  passi quello che ha passato lei.

Ma cosa ha passato Nora? Non lo sa nemmeno lei con precisione, i ricordi di quella notte, quella in cui è stata violentata e quasi uccisa, sono confusi, quasi nulli. Eppure quel giornalista che  dopo averla ritrovata in fin di vita aveva fatto del suo caso un reportage, il volto dai tratti orientali di quell’uomo che l’aveva rapita e i flashback continui nella mente della protagonista, a poco a poco portano a galla tutto quanto, anche a trovare le tracce che portano alla giovane Bonnie, viva o morta che sia. E quello che emerge è una storia unica, partita dalle trame ben ordite di una ricca famiglia.

Tra inseguimenti per i monti innevati del Canada, demoni che non vanno via e fragilità che tornano, il thriller di Sheena Kamal risulta una lettura avvincente ed intrigante. La  soluzione non è facile, la lettura richiede massima attenzione.

 

 

 

Sheena Kamal

La solitudine del ghiaccio

Traduzione di Silvia Arienti

HarperCollins

Pagine: 380

Prezzo: 18,90 euro

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *