La seconda guerra mondiale, Caravaggio e il mistero dell’angelo perduto.

La seconda guerra mondiale e i suoi orrori che si mescolano con la grandezza dell’arte e delle tante opere che sono andate distrutte a causa del conflitto sono alla base de Il mistero dell’angelo perduto, libro scritto a quattro mani dall’autore e regista Paolo Jorio e dalla specialista della pittura romana del seicento Rossella Vodret per Skira.

Il romanzo, che fa riferimento a personaggi e fatti reali, frutto di numerosi accertamenti, si intreccia con la fantasia degli autori, e parte da Berlino, anno 1936, quello delle Olimpiadi in città. Qui Olia, Vika ed Helmut si incontrano, mentre la narrazione riporta sullo sfondo la drammatica ascesa del nazismo, che di lì a poco porterà al conflitto mondiale. I tre personaggi, diversi per provenienza, storie e destini, hanno in comune l’amore per l’arte, coinvolti dalla passione per le opere di artisti grandissimi, specie per Caravaggio, autore della tela San Matteo e l’angelo, vero capolavoro.

Ma le vite dei tre sono differenti, così come le loro missioni: mentre la moldava Olia dopo il soggiorno berlinese torna a vivere a Parigi, Vika ed Helmut iniziano a frequentarsi, russa  lei, tedesco lui.

Helmut è un intellettuale di grande fascino, consulente per eventi culturali e opere d’arte dei musei berlinesi di Bernhard Rust, Ministro della Scienza , Cultura e Istruzione nazista, mentre Vika, la donna che ama, ricambiato, è legata ai servizi segreti sovietici. Cosa può accadere in un tremendo clima di guerra in cui tra spionaggio e resistenza il pericolo di morire è costante, presente ogni minuto? Come possono continuare amicizia e amore tra persone che non possono mai essere del tutto sincere tra loro, visto il pericolo di esser condannati a morte ogni istante delle loro vite?

Una storia d’amore, amicizia e guerra, Il mistero dell’angelo perduto, un romanzo che si basa su fatti reali anche se possono apparire incredibili.

E tutte quelle opere d’arte? Tutti quei dipinti che Helmut doveva provare a proteggere, che fine hanno fatto? Soprattutto, il San Matteo e l’angelo del Caravaggio, è stato distrutto o è ancora possibile trovarlo ( la copertina raffigura la ricostruzione della tela datata 1599 e acquistata dal collezionista ed intellettuale Vincenzo Giustiniani, per poi passare ai Musei di Belrino nel 1815 e scomparire nell’incendio della Flakturm Friedrichshain,quando molti altri dipinti vennero distrutti dalle fiamme)?

Le risposte arrivano anni dopo la fine della guerra, quando il destino dei tre amici è già stato segnato da tempo.

 

 

Paolo Jorio, Rossella Vodret

Il mistero dell’angelo perduto

Skira

Pagine: 144

Prezzo: 16,00 euro

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *