I consigli del libraio: a gennaio c’è Elena Molini della Piccola Farmacia Letteraria, Firenze

La Piccola Farmacia Letteraria è un piccola spazio di 35 mq nato nel dicembre del 2018 a Firenze. Dopo una lunga esperienza in librerie di catena ho notato come le persone chiedessero consigli sui libri da leggere in base ai propri stati d’animo. Ho deciso allora di creare la prima Farmacia Letteraria d’Italia dove i libri sono consigliati tramite dei bugiardi che hanno indicazioni, effetti collaterali e posologia. Il cliente così può tramite le indicazioni che trova sul libro se un testo è adatto a lui o no. Ho introdotto anche il Gioco dell’Oca della farmacia dove per ogni libro ne consiglio altri 3 in base a cosa ti è piaciuto: autore, genere, ambientazione.

 

 

I tre libri consigliati da Elena:  Continua a leggere

Tre minuti che possono cambiare l’intera vita

Bastano tre minuti per cambiare una vita. Anche meno, quando l’ansia ti assale e pensi che tutto intorno a te non sarà più lo stesso. Alla quindicenne protagonista di Tre minuti di Daniela Zuccotti, romanzo edito Baldini+Castoldi, tutto accade una mattina, prima di andare a scuola. Continua a leggere

Prima che il vento: gli anni ’60, Forte dei Marmi, e la storia di Andreana

Prima che il vento di Antonella Boralevi ( Baldini+Castoldi) ci riporta indietro nel tempo, nell’Italia che si sta per affacciare agli anni ’60. Cornice del romanzo è Forte dei Marmi, l’estate quella del 1959.

Andreana è una ragazza di buona famiglia, ha ventisei anni e ancora è single, quando al tempo un’età prevedeva matrimonio e magari figli. Lei invece è sola, e nella casa al mare, con i suoi genitori, si ritrova ad affrontare un luogo nuovo dove non conosce nessuno. All’inizio passa le giornate stesa sul lettino dei bagni, sotto la sua tenda o al sole, ad osservare le persone del posto, tutte sofisticate, tutte scintillanti, che vivono tra feste, lustrini, giri in barca e pranzi a base di champagne.

Un giorno le si avvicina una della compagnia dorata, Giovannella, e in quel momento tutto cambia. Andreana viene introdotta agli altri ragazzi, all’inizio la sua goffaggine e la sua timidezza le impediscono di fare amicizia, di farsi notare. Le sembra di essere un pesce fuor d’acqua, specie tra tutte le altre ragazze, bellissime e disinvolte, corteggiate dai giovani che le seguono come cagnolini e giocano con loro. Ad un tratto però Alberico, il più bello d tutti, si accorge di lei. Gli equilibri si rompono, e ad Andreana sembra di vivere in un sogno: un giovane bello, ricco, si è innamorato di lei. E la festa che la famiglia di Alberico usa dare alla fine dell’estate sarà senza dubbio il momento in cui lui annuncerà di volerla sposare. Andreana ne è certa. Continua a leggere

Italia Felix

Andrea Illy è nato a Trieste nel 1964, è Presidente della IllyCaffè S.p. A., e ha scritto un  libro insieme a Francesco Antonioli, giornalista  di Repubblica e La Stampa. In realtà Italia Felix, questo il titolo del volume edito Piemme, è una lunga intervista in cui Antonioli non risparmia domande e Illy non risparmia risposte, tutte a volte scomode, per raccontare la visione che l’Imprenditore ha del nostro paese.

“Cosa manca al’Italia per essere il paese più felice al mondo?” : questo il quesito di base, una provocazione, visti i tempi, lo sappiamo tutti. Continua a leggere

Solo l’amicizia può salvare Jim Bean dalla prigionia.

Tiger blues racconta di una tigre. Già, ma non una tigre qualunque, di Jim Bean. Il libro, scritto da Jimi B. Jones e pubblicato da Watson Edizioni, narra una storia che spiega molto dell’animo umano e di quello animale.

Jim Bean è una bella tigre maschio, non c’è che dire, ma soprattutto è molto intelligente, e insieme al suo “padrone” Axl, diventa anche molto famosa. Fa numeri da circo che non riescono a nessun altro esemplare come lui. Il web lo ama, e lui pensa di vivere alla grande, amato da Axl, amato da tutti. Il successo lo spinge a fare sempre meglio, perché se così non fosse, lui si annoierebbe a morte. Impara persino ascrivere con le grandi unghie sul terreno, Jim. E’ un animale intelligentissimo, il suo amico umano lo sa, lo chiama “gattaccio” e lo ama molto.

Ma la verità è che quella di Jim, a Cottonfarm,  è comunque una gabbia. Una gabbia migliore di altre, ma sempre una gabbia . Continua a leggere