Una donna normale

Aba Abate sembra una donna dalla vita normale: un marito, due figli, un cane, una casa nella capitale, un noioso lavoro ministeriale. Ma se è vero che niente è come sembra, la vita di Aba ne è la dimostrazione. Questa è la trama di Una donna normale, ultimo romanzo dell’autore e Ingegnere Roberto Costantini, nato a Tripoli e che tanti libri ha ambientato proprio tra la Libia e l’Italia, pubblicato da  Longanesi. Aba, si diceva: Aba è tutt’altro che una donna normale dalla vita normale.

Suo marito lavora in pubblicità, cerca da anni di scrivere un libro, è un brav’uomo con scarso senso pratico, mentre i figli Francesco e Cristina sono due adolescenti con i classici problemi di quell’ età che sfocia faticosamente in quella adulta. E lei è un agente segreto. Non un’impiegata qualsiasi, ma un’agente che tutti nel suo ambiente conoscono come Ice, che si ritrova a dover lavorare su un complicatissimo caso di terrorismo che comprende Italia, Francia, Libia e Niger. Niente è come sembra, e ovviamente la famiglia di Ice non può sapere nulla al riguardo. L’Italia rischia un attacco terroristico in pochi giorni, e il compito di Aba e di quello dei suoi colleghi, alcuni amati e molti odiati, è quello di riuscire, tempestivamente, a sventarlo. Non c’è nulla di facile in una cosa come questa, ma non c’è tempo da perdere e Aba si ritrova spesso a fare brevi viaggi in aereo per cercare di contrattare, riparare, evitare. Viaggi che le fanno paura, che la portano a chiedersi continuamente come farebbero i suoi figli, che sono tutta la sua vita, senza di lei. Per fare tutto Aba deve continuamente scendere a compromessi: con l’agente Jhonny Jazir, uomo spregevole di cui non si fida, sul lavoro, e cercando di essere almeno minimamente presente nelle vite dei suoi familiari.

Suo padre, che faceva il suo stesso mestiere, le ha insegnato molto, specie a come mantenere il controllo e sembrare senza paura, ma non è sempre facile, e la verità è che Aba non riesce, ovviamente, a fare tutto come vorrebbe.

Decisa sul lavoro, consapevole di avere enormi responsabilità nei confronti del suo paese, Aba si perde molte cose della sua vita privata, forse rischia di perdere il suo stesso matrimonio. Il nuovo personaggio di Costantini non è simpatico, non è un genere di donna che provoca empatia, anzi: sempre in allerta anche quando potrebbe godersi un po’ di più la vita, risoluta, dura e severa anche e troppo nella vita privata, quando non dovrebbe e lo sa, infatti cerca di recuperare errori senza riuscirci. Ma allo stesso tempo Ice è evidentemente un’eroina, e se è quello che è, è perché deve, e vuole.

Aspettiamo il seguito, perché siamo certi che Aba Abate non si fermerà qui. E nemmeno Roberto Costantini.

Roberto Costantini

Una donna normale

Longanesi

Pagine: 477

Prezzo: 19,90 euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *