Khady e Diana, dal 1999

Una storia di sorellanza, di amore, ma anche di insicurezze ed invidie è quella raccontata da Simonetta Caminidi attraverso i disegni di Letizia Cadonici in un breve libro a fumetti che certamente piacerà molto alle lettrici più giovani intitolato Diana, 1999 ( La Ruota Edizioni).

La trama narra di due sorelle, Diana e Khady, di diciassette e vent’anni. Khady è stata adottata dai genitori di Diana, viene dal Senegal , ha occhi e capelli scuri, è bella e sensuale, piace agli uomini, le piace cantare e sa farsi notare. Diana invece è bionda, con i capelli lisci, non è per nulla appariscente e non fa niente per esserlo, è timida, quasi intimorita, prova ammirazione e al contempo guarda con sospetto la sorella.

Diana non ha mai amato un ragazzo, non saprebbe nemmeno come fare. Eppure vorrebbe, a volte, essere un po’ più come Khady. Continua a leggere

I consigli del libraio. A gennaio ci sono Laura e Lia della libreria Le mille e una pagina di Mortara

La libreria Le mille e una pagina nasce a Mortara il 12 settembre 2008 da un’idea di due amiche: Laura Fedigatti e Alberta Lia Maffi. È una libreria di varia, con un catalogo che va dalla saggistica alla narrativa di ogni genere, dalle pubblicazioni locali alla manualistica, con un’ampio spazio dedicato alla letteratura per bambini e ragazzi. Da subito, la libreria è stata pensata come un punto di riferimento culturale per la cittadina e il territorio circostante; per questo, già dai primissimi mesi di vita si sono organizzati eventi quali presentazioni di libri con autore, corsi di lingue, seminari di scrittura creativa, laboratori di attività creative, un gruppo di lettura. Inoltre collabora con associazioni culturali e biblioteche della zona. Dal 2018, in collaborazione con un’associazione culturale mortarese organizza una rassegna letteraria, “Libri in Risaia”, che nel 2020 si terrà a febbraio, ospitando importanti autori nazionali.
 
I libri consigliati sono da Laura e Lia:

Continua a leggere

La capobanda

Il bullismo a scuola forse è sempre esistito, ma oggi è portato all’ennesima potenza, grazie ai social, ai video che si possono divulgare ovunque, alle fotografie che si possono far girare in internet.

Come si può affrontare questo fenomeno? Cinzia Tani da un punto di vista molto originale al riguardo con il romanzo La capobanda ( Lisciani Libri), in cui parla di Clarissa e i suoi amici.

Clarissa ha paura del buio, impazzisce letteralmente in un luogo senza luce, perde il controllo. I suoi compagni di scuola lo sanno e alcuni di loro le fanno scherzi tremendi. Eccoli i bulli, che cercano di rovinarti la vita. Ma Clarissa è intelligente e non vuole darsi per vinta, specie dopo aver conosciuto Alex, un ragazzo Hikikomori che vive nel suo palazzo. Anche Alex ha dei problemi, questo è evidente, però è uno in gamba, e soprattutto sembra conoscere molto bene la psiche. In questo modo inizia a dare una mano alla sua nuova amica, l’unica che fa entrare in camera sua, anche se non la guarda mai in faccia: le dice come provare a reagire alle sue paure, senza scacciarle, ma facendone un punto di forza.

Così Clarissa inizia ad aiutare, grazie ai consigli di Alex, anche tutti i suoi amici affetti da fobie note ai bulli della scuola, creando un gruppo che si potrebbe definire di giovani supereroi, ragazzi che mettono insieme i loro problemi per farli diventare forza e combattere chi si crede migliore, più forte, più furbo.

Ma alla fine, questi bulli, sono davvero così forti?

Clarissa diventa una capobanda e nel frattempo i suoi sentimenti per Alex prendono una piega differente da quelli di una pura amicizia.

Cinzia Tani

La capobanda

Lisciani

Pagine: 205

Prezzo: 8,90 euro

La neve al mare

Nel romanzo di Marco Di Tillo La neve al mare ( Lisciani Libri) il lettore si trova immerso nel mondo di un gruppetto di adolescenti romani che passano la loro estate al mare, ad Anzio. Giulio è un ragazzetto superficiale e piuttosto insicuro, Poi ci sono Matteo e Capuozzi detto il Pennellone per via della statura e della sua magrezza. Con loro spesso c’è anche Pennellino, ovvero il fratello minore di Pennellone, anche noto come Paoletto.

E’ agosto e gli amici, in piena tempesta ormonale e smania di diventare grandi,  sono sempre  fuori casa a combinare qualche guaio. Niente di grave: imbucarsi alle feste, corteggiare goffamente le ragazze, fare scherzi di cattivo gusto, mentre bevono una birra e fumano una sigaretta. Tutto sommato sono annoiati, questi adolescenti. Ed è per questo che alzano la posta con qualche furto di motorini per conto di altri al fine di guadagnare dei soldi. Continua a leggere

Ladies Football Club

Il calcio femminile, oramai è noto, esiste più o meno da quando esiste quello maschile. Anche se non ha avuto vita facile. A dare il via a tutto, manco a dirlo, la patria del football, la Gran Bretagna.
A raccontare una delle prime squadre di calcio composta da donne è Stefano Massini, che in Ladies Football Club ( Mondadori) narra in maniera ironica, veloce, appassionata, come in un testo teatrale ( d’altronde sono noti suoi lavori sul palcoscenico) le vicende delle operaie della Doyle&Walker , ditta inglese che ai tempi della prima guerra mondiale produceva munizioni.

La mattina del 6 aprile 1917 cambiò la vita di Rosalyn Taylor, Olivia Lloyd, Justine Wright, Penelope Anderson, Abigail Clarke, Haylie Owen, Melanie Murray, Violet Chapman, la ragazza ossessionata da Giovanna D’arco Brianna Griffith, Sherill Bryan e a Berenice MacDougall, la figlia del pastore.
Gli Stati Uniti entravano in guerra, gli uomini erano tutti sotto le armi, molti erano morti, qualcuno, qualcuno dei mariti delle operaie, forse non sarebbe mai tornato. Quel giorno, le undici ragazze si misero a giocare a pallone durante la pausa pranzo. Continua a leggere

I consigli del libraio. A novembre c’è Carlo Borgogno della Libreria Milton, Alba

La Libreria Milton, che deve il nome al personaggio fenogliano Milton di “Una Questione Privata” è immersa tra immense colonne di libri da più di 10 anni. Cerchiamo di trasmettere il nostro amore per le storie e tante persone ci danno fiducia affidandosi ai nostri consigli.Ogni volta che un amico torna dopo pochi giorni perchè ha divorato un libro consigliato e ne chiede un altro ci sciogliamo letteralmente per la felicità!
Siamo specializzati nella ricerca di libri fuori catalogo ed abbiamo una sezione importante di libri usati.Abbiamo un buon assortimento di classici e per quanto riguarda le novità siamo attenti soprattutto all’editoria indipendente della quale abbiamo un’ampia scelta.
Organizziamo molti eventi nel nostro piccolo cortiletto interno o in collaborazione con associazioni della nostra città con cui abbiamo un rapporto ormai quasi fraterno.
Siamo felici, molto felici di fare questo mestiere, accogliere amici, conoscere nuove persone, incontrare autori, editori, traduttori italiani ed internazionali è il carburante della nostra attività e ci da la possibilità di differenziarci dalla grande distribuzione.
Essere una libreria indipendente oggi non è semplice, ma è molto romantico.
 
 
 I tre libri consigliati da Carlo: 

Continua a leggere

Gelosia

Antonio Gargiulo vive a Capri, è un uomo del sud, piacente, in gamba, ambizioso. Un giorno Incontra una giovane bellezza del nord, Bettina. Bettina è una ragazza un po’ algida, forse ai parenti di Antonio non piacerà subito, ma è in gamba, dedita al lavoro, la gestione, non facile, di un  campeggio sul lago di Garda che ha ereditato. I due si innamorano subito, e Gargiulo decide di trasferirsi sul lago per lei, per aiutarla nella sua impresa, mentre cerca di portare avanti il suo grande progetto, quello della produzione di amenities, boccette, bagnoschiuma, profumi personalizzati destinati agli alberghi di lusso.

La storia è quella raccontata in Gelosia  da Camilla Baresani. Il romanzo, pubblicato da La Nave di Teseo, racconta l’amore e le sue zone oscure, il bisogno di essere indispensabili e di possedere qualcuno. Ma cosa accade se poi la gelosia prende il sopravvento e mette da parte la lucidità? Si può ancora definire amore?

Quando Antonio va a vivere da Bettina è felice. I due si sposano, fanno grandi progetti, cercano di avere un figlio. Ad un tratto però lui capisce che se vuole davvero avviare la sua attività deve mettere da parte il campeggio e lavorare a Milano, dove tutto succede, dove tutto sembra possibile. Lui, che ha sempre amato il mare e il sole, capisce che la grande città è il solo modo per arrivare in alto. Così dapprima apre un ufficio, poi prende un piccolo appartamento in cui inizia a passare sempre più notti, lontano dalla moglie. Quando il lavoro procede bene arriva Sonia: giovane, androgina, piccolina, quasi un calimero. Impossibile innamorarsi di lei. Eppure, da aiutante a braccio destro di Antonio nella Capri Tales, Sonia si insinua nella mente dell’uomo e tra i due nasce  la passione. Continua a leggere

Alba senza giorno

La ricerca di una vita migliore, di un posto di lavoro sicuro, di un posto che possa rendere felici sono gli ingredienti del nuovo romanzo di Fernando Coratelli Alba senza giorno ( Italo Svevo): la storia di Stoian e Stephka, due giovani che vogliono abbandonare la Bulgaria per essere felici insieme e mettere su famiglia, di Martina, milanese, madre single che cerca il meglio per il futuro di sua figlia, e di Tonino Cortale, sicario dell’ ‘ndrangheta che nel capoluogo lombardo deve vendicare un omicidio.

Cosa hanno in comune questi personaggi? Niente, apparentemente, eppure le loro storie in un attimo velocissimo si intrecciano.

Stoian e Stephka vanno a vivere a Berlino, lì c’è lavoro, dice il cugino di Stoian, può fare il muratore, l’idraulico. Stoian non è entusiasta, lui non sa fare quei lavori e non parla altro che la sua lingua. Vorrebbe invece suonare il suo violino, la sua musica. Insieme alla giovane moglie però si adatta, ci prova. Ma è evidente che Berlino non faccia per loro, in fondo sono in molti a guardarli storto. Decidono allora di partire di nuovo, verso la Francia, Parigi, anche se il sogno di Stephka è quello di vedere il mare, non l’ha mai visto. Continua a leggere

L’amore in tempo di guerra. Fuga da Parigi

Ci sono amori che sembrano impossibili, che sembrano non poter trovare quiete, che forse non sono destinati a prender vita, perché gli eventi attorno a quelle due persone che vorrebbero solo amarsi prendono il sopravvento.

Se poi l’amore è in tempo di guerra, tutto diviene ancor più complesso. Ma certamente anche più romantico. L’amore tra Hortensia e Jean Louis nasce durante la seconda guerra mondiale: raccontato in Fuga da Parigi ( La Nave di Teseo)  da Anne Hamilton, pseudonimo di un’autrice argentina che ha scelto di narrare, tra realtà e finzione, amore e devastazione in tempo di guerra, quello dei due personaggi è un rapporto travagliato, segnato dai tempi, dalle rispettive storie. Continua a leggere