I consigli del libraio: a marzo c’è Laura Calzibelli del Mondadori Point Santa Maria degli Angeli, Assisi

La LIBRERIA MONDADORI POINT è una libreria per bambini e adulti, tante idee per laboratori, corsi, e presentazioni di autori. Realtà unica e originale di Santa Maria degli Angeli, passano da noi persone dai  0-99 anni,….. oltre forse abbiamo qualche difficoltà; siamo una libreria multi marca. Nasce così la nostra realtà, con tante proposte per i piccoli, per i loro genitori, per le insegnanti, per gli addetti ai lavori, ma anche per chi un libro deve ancora imparare a prenderlo in mano. Nasce con una sola regola: stare in ascolto, non solo dei libri che parlano, ma anche di tutti coloro che vorranno venirci a trovare per condividere idee e sopra ogni cosa la fantasia.

 

Il nostro sogno è qui: in questi 145 metri quadrati di parole, favole, libri e storie.

La nostra Libreria…Uno spazio dove ricomporre il puzzle delle nostre vite, degli incastri perfetti che a volte non vedi nella tua storia: l’amore per la lettura, l’idea salda che esista una storia speciale per ognuno di noi, la nostra amicizia fatta di poche concrete parole e di sguardi semplici e di intesa.

 

I tre libri consigliati da Laura:  Continua a leggere

Il peso della neve

Un incidente d’auto, numerose fratture che potevano portare alla morte. E’ ciò che accade al protagonista de Il peso della neve, romanzo di Christian Guay- Poliquin, autore del Quebec. Il romanzo, pubblicato in Italia da Marsilio, è un mix perfettamente  riuscito tra guerra psicologica e il sottile limite umano di capire la libertà degli altri. Il giovane che conosciamo torna nel suo paese natale in seguito alla morte del padre, ma proprio in questa circostanza rimane vittima di un incidente che lo porta vicino alla morte, anche per via dell’impossibilità di essere trasportato in una struttura ospedaliera adeguata. Il paese in cui si trova è infatti molto piccolo, sepolto da svariati centimetri di neve e quasi disabitato per via di un black out che si protrae da giorni.

Le persone tentano in ogni modo la fuga per andare in città.

Anche l’anziano Matteo vorrebbe andarsene, ha promesso alla moglie malata che sarebbe tornato presto per stare con lei nei suoi ultimi giorni, e invece non ce la fa. Proprio a Matteo viene affidato il ragazzo infortunato. Così, nella veranda di una casa disabitata, con la vista sul paese e sulla neve, inizia la convivenza forzata dei due. Inizialmente il ragazzo, di cui l’autore non svela il nome, come in una condizione esistenziale in cui nemmeno lui sa più chi è, non parla. La sa voce non viene fuori per giorni, mentre Matteo spacca la legna, cucina, fa provviste, e tutto quanto possa tenerli in vita in attesa della fuga da quell’ostile paesaggio del Quebec. Continua a leggere

I consigli del libraio: a gennaio c’è Elena Molini della Piccola Farmacia Letteraria, Firenze

La Piccola Farmacia Letteraria è un piccola spazio di 35 mq nato nel dicembre del 2018 a Firenze. Dopo una lunga esperienza in librerie di catena ho notato come le persone chiedessero consigli sui libri da leggere in base ai propri stati d’animo. Ho deciso allora di creare la prima Farmacia Letteraria d’Italia dove i libri sono consigliati tramite dei bugiardi che hanno indicazioni, effetti collaterali e posologia. Il cliente così può tramite le indicazioni che trova sul libro se un testo è adatto a lui o no. Ho introdotto anche il Gioco dell’Oca della farmacia dove per ogni libro ne consiglio altri 3 in base a cosa ti è piaciuto: autore, genere, ambientazione.

 

 

I tre libri consigliati da Elena:  Continua a leggere

I consigli del libraio. A ottobre c’è Laura Ligresti della Libreria del Mondo Offeso, Milano

Il 23 ottobre 2018 sono 10 anni tondi di “resistenza” della Libreria del Mondo Offeso. Piccola INDIPENDENTE (nel più profondo senso del termine) specializzata in Narrativa con particolare attenzione alla Letteratura Italiana del ‘900 e contemporanea. L’assortimento è ricco di altrettante proposte che vanno dai libri per bambini e ragazzi, libri illustrati, Teatro, musica e cinema.

Ogni libro è scelto uno per uno. Per portare avanti il progetto ho dovuto imparare un nuovo mestiere, ovvero l’oste… Dal 2013 infatti ho abbinato la Caffetteria Bistrot alla Libreria in linea con prodotti scelti come per i libri, a sostegno della Libreria e dell’INDIPENDENZA. Dal 2016 la Libreria è ubicata nel suo luogo ideale, in una delle Piazze più suggestive di Milano, Piazza San Simpliciano 7 di fronte alla Basilica di San Simpliciano, una delle 3 Basiliche più antiche della città. La Libreria del Mondo Offeso è una casa dove rifugiarsi dai ritmi incessanti della contemporaneità, un luogo di incontro e confronto necessario (almeno per me).

Innanzi tutto la Lentezza,

prendetevi il tempo per pensare.

In secondo luogo la Bellezza,

guardatevi intorno, fa bene al cuore.

In terzo luogo un Libro,

fa l’uomo migliore.

I tre libri consigliati da Laura: Continua a leggere

Morte di un burlone

Morte di un burlone è un giallo delizioso, e non poteva essere altrimenti. Scritto da Marion Chesney, autrice britannica classe1936 che si firma con lo pseudonimo M.C. Beaton, mostra tutta la classe letteraria d’altri tempi. In libreria per Astoria, Morte di un burlone fa parte della serie dedicata alle indagini del poliziotto Hamish Macbeth, un uomo capace nel suo lavoro, che dice quello che pensa ma non troppo, perché sebbene vorrebbe che gli fossero riconosciute le numerose soluzioni ai casi d’omicidio avvenuti nella cittadina di Lochdubh, sa che il successo probabilmente lo porterebbe via di lì, e lui in quella piccola realtà ci sta bene, nonostante il freddo del distretto e il fatto che non sa mai dove e a chi lasciare il suo cane mentre lavora, senza essere mandato, prima o poi a quel paese.

In Morte di un burlone, il ricco Andrew Trent, proprietario di Arrat House, decide di riunire tutta la sua famiglia perché, dice, si trova sul punto di morire. Così arrivano le due figlie, oramai cinquantenni, definibili come zitelle, un tempo piacenti ma oramai non più, che vivono insieme, il fratello con la moglie e il figlio di primo letto di lei che si porta dietro una collega che gli piace ma alla quale non si è ancora dichiarato, e un altro figlio, un ragazzo più giovane, adottato ancora infante dal vecchio Andrew, in compagnia della fidanzata, una volgare attricetta in evidente cerca di marito abbiente. Continua a leggere

Volpe e i suoi sogni.

Non appena si inizia a leggere Volpe di Alice D’Arrigo, senza sapere nulla dell’autrice, si avverte che questo romanzo sia stato scritto da un’adolescente. Ed infatti , andando poi a vedere, si scopre che è così: la scrittrice, nata nel 1995, ha dato vita al libro quando aveva sedici anni.

Volpe, pubblicato da Baldini+Castoldi, è un bel romanzo che narra gli adolescenti, come siamo stati tutti, con i nostri sogni, le nostre speranze e le nostre paure rispetto a quello che il futuro ci riserva e all’amore, quel primo amore che si vive sempre con timore perché è qualcosa di nuovo, sconosciuto. Continua a leggere

I consigli del libraio. A Luglio c’è Nicola Roggero della Libreria L’angolo Manzoni, Torino

Ormai storica libreria, da sempre specializzata in arte, fotografia e letteratura, riesce ad essere un punto di riferimento nel mercato librario torinese, essendo, un pò per scelta e un pò per necessità (professionali e commerciali), una libreria di proposta,  costantemente impegnata a coniugare da sempre alcuni importanti fattori: la buona lettura, il consiglio e il libro in offerta e fuori catalogo. Strutturata su due piani, è divisa per settori tra cui arte, architettura, archeologia, fotografia, libri per ragazzi, letteratura ispano latino-americana.

 

 

 

I tre libri consigliati da Nicola: Continua a leggere

I consigli del libraio. A giugno c’e’ Laura Busnelli della Libreria Cultora, Milano.

La Libreria Cultora Milano nasce dall’omonimo quotidiano online di informazione culturale Cultora e riprende il format della Libreria Cultora Roma, nata nel 2015. Ha aperto nel giugno 2017 ed è specializzata in libreria indipendente, oltre a essere uno spazio eventi gratuito. L’obiettivo è creare una comunità di scrittori, lettori ed editori, che ruoti attorno a librai “vecchio stampo”, capaci di consigliare anche libri diversi da quelli che vanno per la maggiore. I soci titolari sono Laura Busnelli e Francesco Giubilei, adiuvati da Francesco Zamboni e Matteo Facchini. L’arredamento è sobrio, con un angolo lettura dove poter sfogliare i libri in santa pace, bevendo un caffè o un tè rigorosamente offerti. Non si vendono major ma si dà la precedenza a proposte più in linea con la “bibliodiversità”. Non è snobismo – vi si trovano pure manuali di cucina regionale – ma fiducia cieca in una prova di “resistenza civile”.
Da quest’anno Cultora è  libreria votante al Premio Bancarella.
 
I tre libri consigliati da Laura:

Continua a leggere

L’ultima prova- Il romanzo di Nisida

Un collettivo di scrittori napoletani nato per raccontare la realtà del carcere minorile in maniera non artefatta, senza retorica: sono i Nisidiani, che all’interno dell’IPM di Nisida hanno imparato a conoscere i ragazzi e le loro storie, i loro caratteri, quello che sono stati, e che magari potrebbero diventare.

Valeria Parrella, Patrizia Rinaldi, Maurizio De Giovanni, Antonio Menna, Daniela De Crescenzo, Riccardo Brun e Viola Ardone. Sono loro gli autori che si sono incontrati grazie a Maria Franco, docente da trent’anni a Nisida, che pensato di proporre loro un lavoro comune, lavoro che poi è diventato L’ultima prova – Il romanzo di Nisida ( Editore Guida), un libro a tante mani che si sono unite nel corso di un laboratorio di scrittura nel carcere minorile.

L’ultima prova narra la storia di un gruppo di giovani detenuti mentre si preparano a mettere in scena il Macbeth di William Shakespeare, guidati dalle insegnanti Adele e Valeria. Continua a leggere

Una mail all’indirizzo sbagliato, e all’improvviso la vita cambia.

Un moderno romanzo epistolare, ma anche un po’ “on the road” , quello di Annarita Briganti, intitolato Quello che non sappiamo, appena pubblicato da Cairo ( come i primi due romanzi della giornalista , Non chiedermi come sei nata e L’amore è una favola).

Quello che non sappiamo è una lunga chat, quella tra Ginger e Paulo.  Ad agosto, con le città vuote e il caldo soffocante, all’indirizzo mail di Ginger arriva una mail di Paulo, che si lamenta del fatto che il personale del catering non si sia presentato. Ma quale catering? Ginger non si occupa di cucina tantomeno di catering, è evidente che la mail non fosse destinata a lei. Tuttavia la ragazza non ignora quanto scritto, risponde. Da qui inizia la relazione tra lei e Paulo, ristoratore. Continua a leggere