Un attentato nel cuore di Parigi e la ricerca del responsabile. Un nuovo caso per Gabriel Allon.

La serie di Daniel Silva, autore americano, che vede come protagonista Gabriel Allon, restauratore e spia palestinese, continua. Da poco è infatti uscito anche in Italia, pubblicato da Harper Collins, La vedova nera, un romanzo dal titolo che riporta alle donne simbolo della Guerra Santa, la Jihad al femminile, che narra l’attualità e gli avvenimenti che tristemente ci circondano: quelli legati al terrorismo e all’Isis.

Allon sta per diventare nuovo capo dell’Intelligence israeliana, ma alla vigilia di questa promozione un attentato ha luogo nel cuore di Parigi. Continua a leggere

Una realtà più vicina di quanto si creda. La regola dei pesci racconta le paure dei nostri tempi.

La regola dei pesci di Giorgio Scianna è un romanzo che narra le angosce dei nostri tempi.

Una storia così riuscita da risultare ipnotizzante, perché ci mette di fronte ad una realtà che non possiamo sottovalutare, dalla quale magari crediamo di essere distanti, ma che invece è tristemente vicina.

Roberto, Ivan, Lorenzo e Anto sono amici e compagni di classe, hanno terminato la 4C del liceo Tommaseo di Pavia e sono partiti come tanti ragazzi della loro età per una vacanza all’insegna del divertimento, in Grecia. Sembra una cosa banale, ma il problema è che quando la scuola inizia di nuovo, e loro dovrebbero trovarsi seduti ai loro banchi per l’ultimo anno, i quattro non si presentano. Non lo fanno a settembre, non ad ottobre, non a novembre. I ragazzi sono scomparsi dal 22 luglio, ultima volta in cui hanno dato loro notizie alle rispettive famiglie.  Continua a leggere

Nulla è come sembra. Le piccole grandi bugie sono tutte da scoprire.

Quando stai leggendo un libro e sai che uno dei personaggi è morto ucciso ma fino alla metà non sai di chi si tratta e soprattutto non conosci le circostanze, ti rendi conto che stai leggendo una perfetta sceneggiatura.

Non sorprende infatti che un romanzo come questo, Piccole grandi bugie ( Big little lies) di Liane Moriarty, edito in Italia da Mondadori, abbia attirato l’attenzione di attrici del calibro di Reese Whiterspoon e Nicole Kidman. Insieme a David E. Kelley , le due hanno dato vita ad una serie tv che andrà in onda nel nostro paese a partire da oggi, mercoledì 15 marzo, sul canale Sky Atlantic.

La trama è coinvolgente: una tranquilla cittadina di nome Pirriwee ( ispirata alla zona nord di Sidney, Australia) , famiglie apparentemente esemplari, madri che fanno le madri, madri in carriera, i loro figli alle prese con i primi giorni di scuola. Continua a leggere

Il cuore degli uomini in tre generazioni.

Un romanzo che racconta più di mezzo secolo attraverso la vita dei due personaggi principali, Nelson e Jonathan. E’ Il cuore degli uomini di Nickolas Butler ( pubblicato da Marsilio), che dal 1962 sino al 2019 e oltre ci porta nel Wisconsin, nel campo Chippewa, popolato da Scout.

Quello di Butler è un libro che parla di uomini, attraverso tre generazioni.

Dapprima conosciamo Nelson tredicenne emarginato del campo scout, che non ha un buon rapporto nemmeno col padre,  col quale non riesce a trovare un dialogo. L’unico che sembra prestargli attenzione è proprio Jonathan, che, al suo opposto è il ragazzo più popolare della scuola. Nelson suona una vecchia tromba appartenuta al nonno e questo gli procura il nome di trombettiere tra gli altri giovani, che lo deridono e lo prendono di mira ad ogni possibile occasione, giocandogli una serie di scherzi.

Ma Nelson non cede alle provocazioni, crede nell’onestà, nell’onore, e fa dell’essere scout una filosofia di vita, e dovendo scegliere tra amicizia e onore fa una scelta che segnerà la sua esistenza. Continua a leggere

Un passato sconvolgente. Conosciamo mai davvero le persone con cui viviamo?

Conosciamo mai veramente una persona? E’ possibile che chi ci vive accanto per anni non abbia segreti ? Secondo Romano De Marco, autore de L’uomo di casa, thriller edito Piemme, sembrerebbe di no.

In questo specifico caso, poi, non solo non si sa chi siano realmente le persone che si frequentano, o peggio, con cui si convive da tempo, ma la realtà è quanto di più lontano e spaventoso si possa concepire.

La penna di De Marco ci porta a Vienna, non quella austriaca, ma una cittadina apparentemente tranquilla  della Virginia, non lontano da Washington D.C.

Strade quiete, pulite, colorate da alberi e fiori, popolate da vicini che si conoscono e si supportano tra loro, che suonano alla porta perché non hanno più cacao in dispensa e ne approfittano per prendere un caffè insieme. Continua a leggere

Una giornata nella Milano di Gadda.

Una giornata divisa in cinque atti: mattino, mezzogiorno- il pranzo, pomeriggio, sera e notte. Così Lucia Lo Marco ha raccontato la Milano vista da Gadda, attraverso un libro edito Giulio Perrone Editore e intitolato La <svergolata > Milano di Carlo Emilio Gadda.

Un rapporto di odio e amore, quello tra Gadda ( 1893- 1973) e la città che gli ha dato i natali, dalla quale è scappato e poi tornato, ritrovando la sua bellezza.

La Milano di Gadda, quella dei primi del ‘900, è frenetica, mostra la sua faccia più bella nascondendo quella di cui si vergogna. Una città che nonostante i cambiamenti naturali del tempo e della società, è rimasta in qualche modo e sotto certi aspetti, se stessa. Continua a leggere

La libertà di scegliere di essere Zitelle.

zitelle-1Zitella. Una parola che anticamente si utilizzava parlando di  una giovane ragazza in età da marito, nel corso del tempo ha preso un’accezione negativa, per parlare delle donne che, contrariamente a quanto la società vorrebbe, non si sono mai sposate, o  meglio, non sono mai riuscite a sposarsi.  Quelle donne che, secondo molti,  vivendo sole per la vita, si danno alla compagnia dei gatti, diventando, oltre che zitelle, gattare. Queste donne sono le protagoniste di  Kate Bolick, autrice di un libro autobiografico che come titolo porta proprio questo: Zitelle – Il bello di vivere per conto proprio.

 Il romanzo è nato in seguito ad un suo articolo per The Atlantic in cui dichiarava di preferire una vita da single ad un matrimonio mediocre. Il pezzo ha avuto così tanto successo che la Bolick ha approfondito, in  trecentotre pagine che sono diventate un caso editoriale, la questione. Continua a leggere