Sul filo dell’acqua

Un romanzo corale in cui otto vite si rincorrono, si incociano, si perdono, si ritrovano, mese dopo mese, nell’anno che ha seguito la tremenda alluvione del quattro novembre che ha colpito Genova e i suoi abitanti, il giorno in cui un argine ha ceduto e si è portato via delle vite. Non solo di coloro che sono effettivamente rimasti travolti dalla furia dell’acqua e del fango.

A raccontare tutto questo è la scrittrice Sara Rattaro in Sul filo dell’acqua, romanzo appena pubblicato da Solferino.  Rattaro a Genova ci è nata e sa cosa significa vedere la propria città sommersa da una pioggia che sembra non finire mai, e  anche se nelle prime pagine chiarisce che si tratta di un’opera di finzione, con nomi, personaggi, luoghi ed eventi frutto della sua fantasia, chi ha vissuto una simile situazione può rivedersi in questo romanzo, in cui la commozione fa capolino più di una volta. E’ forse inutile dire che chi sta scrivendo questa recensione è genovese come Sara Rattaro.

Così incontriamo Chiara, che ha rischiato la vita sotto l’alluvione, bloccata nella sua auto in panne, Giulia che in quel momento si trovava nel negozio dei genitori salvi per un soffio, Angela che non si trovava nel capoluogo ligure e non sapeva che l’alluvione avrebbe portato via qualcosa a lei proprio come ad Anna, le cui gambe hanno ceduto di fronte a chi le stava dicendo che suo marito, tra i soccorritori, non sarebbe tornato.

Mese dopo mese, dicevamo, le quattro donne vanno avanti, o almeno ci provano. Chi rimane sopravvive, in un modo o nell’altro.

Dopo un anno Chiara si scontra con Anna nel ristorante in cui quest’ultima lavora, mentre Anna deve correre da Giulia che sta per partorire. Ma ci sono anche Andrea, che perso un amico, Marco, Enea, che ha rinunciato ad un amore che non avrebbe più potuto immaginare nella sua esistenza, e Carlo, che in questo rincorrersi di destini ha conosciuto Giulia.

 

Il cerchio finisce per chiudersi, nel ricordo mai sopito di quel quattro novembre.

L’acqua è l’elemento di questo romanzo di Sara Rattaro, l’elemento che può dare la vita, portare alla morte, o far rinascere.

Il tutto con Genova sullo sfondo, e quel suo cielo che quando si fa plumbeo può mettere molta paura, ma anche trasportare in qualcosa di inaspettato.

Sara Rattaro

Sul filo dell’acqua

Solferino

Pagine: 173

Prezzo: 16,00 euro

I consigli del libraio: a maggio c’è Amanda Colombo della Galleria del Libro, Legnano.

 

Galleria del Libro è la libreria dell’Oltrestazione. Aperta nel 1975 da Marco Dell’Acqua e oggi gestita da Gigi Dell’Acqua e dalla moglie Amanda, accoglie con gentilezza i suoi clienti, cercando di soddisfare ogni esigenza.Offre testi di ogni genere, sia scolastici (dalle elementari all’università) che di varia, curando particolarmente la selezione di titoli all’interno del negozio, in modo da offrire al cliente dal best seller alla piccola curiosità letteraria.

Dal 2000 organizza incontri con autori, a Legnano e fuori: i più grandi nomi della letteratura italiana e non solo sono stati ospiti in location molto particolari, dal Castello di Legnano a una magnifica serra antica, da un ex convento a manieri storici legati alla tradizione del Palio di Legnano.

Dal 2009 è libreria votante al Premio Bancarella, e dal 2015 Amanda siede nel consiglio direttivo del Premio stesso.

I tre libri consigliati da Amanda: Continua a leggere