L’imperfetta meraviglia della vita.

limperfetta-meraviglia

La stagione estiva ha oramai dichiaratamente lasciato il passo all’autunno, il sole ha fatto spazio alla pioggia, le temperature si sono abbassate. Chi ha più voglia di mangiare il gelato? Sicuramente Milena Migliari, l’ultima creatura nata dalla penna di Andrea De Carlo protagonista de L’imperfetta meraviglia,che non è solo il titolo dell’ultimo romanzo dello scrittore milanese ma anche il nome della gelateria di Milena Migliari. Per essere precisi il negozio di chiama La Merveille Imparfaite, trovandosi nel sud della Francia.

Milena non ama mangiare il gelato, ama realizzarlo, ama scegliere con cura le materie prime di stagione ( in proposito le descrizioni dei gusti sono splendide, specie quella del frutto del caco), provare ricette, riprovarle ancora, cambiarle anche se sono già buone così, adora sperimentare e sperimentare, ancora e ancora. Il gelato è la sua passione, la gelateria il suo piccolo regno.

Nello stesso periodo, nella medesima regione di Provence -Alpes- Cote d’Azur, è in programma un concerto della band inglese Bebonkers, il cui leader si chiama Nick Cruickshank, proprietario di una grande villa e in procinto di sposarsi per la terza volta, con Aileen, giovane e intraprendente donna.

Milena Migliari e Nick Cruickshank si conoscono quando, per pura fortuna, durante un blackout in tutta la zona della Provenza, il telefono di Milena Migliari ( la protagonista e il protagonista sono gli unici che De Carlo chiama sempre per nome e cognome) suona. La chiamata arriva proprio dalla villa di Nick, la richiesta è di dieci chili di gelato, immediatamente. Scongiurato così in un attimo il pericolo di dover buttar via il gelato che senza elettricità si sarebbe squagliato in breve tempo.

Da qui il lettore inizia ad intravedere le sfumature che legano i due, così artisti, ognuno a suo modo, così evidentemente instabili nel rapporto con gli altri, certo, ma prima di tutto con loro stessi.

Si intuisce pagina dopo pagina il rimando al titolo: la perfezione di un gelato che dura poco, perché poi inevitabilmente inizia a squagliarsi, diventando imperfetto, un’imperfetta meraviglia. Proprio come la vita.

Milena Migliari ha detto addio agli uomini dopo relazioni che non portavano da nessuna parte e che la mettevano in costante stato d’ ansia, per mettersi con una donna, Viviane. Ma chi ha detto che il rapporto con una donna è più semplice? Non lo è affatto, specie quando ci si mette anche la voglia di un figlio…ma Milena vuole davvero un figlio? E vuole davvero continuare a stare con Viviane?

Sono le stesse domande che si pone Nick a proposito del suo rapporto con le donne, le due ex mogli,e con Aileen. Dove andrà la loro relazione? E’ realmente intenzionato a sposarla?

Gli sguardi di Milena e Nick non potevano non incontrarsi, riconoscersi, rivedere qualcosa di familiare, notare quell’ imperfetta meraviglia.andrea-de-carlo

L’imperfetta meraviglia, pubblicato da Giunti, racconta dei dubbi che nascono riguardo ciò che si vuole, riguardo a chi ci sta vicino e che abbiamo scelto, ma che forse non sono ciò che veramente volevamo, anche se reggiamo il gioco, facendo in qualche modo  il loro.

Ma, in fondo, come diceva Oscar Wilde, La vita è troppo breve per sprecarla a realizzare sogni altrui.

 

Andrea De Carlo

L’imperfetta meraviglia

Giunti

Pagine: 366

Prezzo: 18,00 euro

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *