L’ombra della solitudine


Con L’ombra della solitudine ( Marsilio), Paolo Roversi  torna a raccontare ai suoi lettori le vicissitudini di Enrico Radeschi, il giornalista di cronaca nera milanese, sempre in sella al suo giallone, una Vespa del 1974.

Un romanzo avvincente, che segue le indagini dell’intraprendente giornalista e hacker, il libro presenta una trama intricata che coinvolge un omicidio misterioso e un clamoroso assalto a un furgone portavalori, con l’aggiunta di elementi molto personali che riguardano la stessa vita di Enrico, che rendono la storia ancora più avvincente.

Il potere di uccidere

Il Potere di Uccidere  ( Marsilio)  di Fabrizio Roncone è un romanzo che trasporta i lettori nelle strade oscure e intriganti di Roma, sotto l’atmosfera delle feste natalizie. Qui, il  protagonista Marco Paraldi,  ex giornalista già protagonista di La paura ti trova ( 2016) e Non farmi male (2022) ,che ha abbandonato la professione dopo aver preso a schiaffi il ministro dell’Interno,  si ritrova coinvolto in una serie di eventi sconcertanti dopo essere stato contattato da Nazareno Balani, un anziano capo tipografo del suo ex giornale. Balani è disperato per la scomparsa del figlio Max e, non fidandosi delle autorità, chiede l’aiuto di Paraldi per trovarlo. Continua a leggere

Il grido dell’aquila

Con Il grido dell’aquila Karin Smirnoff firma il primo episodio del nuovo sequel della saga Millennium, creata da Stieg Larsson , successo da oltre centocinque milioni di copie, di cui sei solo in Italia. Il romanzo, pubblicato da Marsilio, ci riporta a Mikael Blomkvist, orfano della rivista d’inchiesta Millennium che ha chiuso dopo molti anni d’attività e presto diventerà podcast, che anche senza lavoro non perde la sua sete di verità, Specie quando la verità è scomoda per molti.

Così, pronto a prendere parte alle nozze della figlia Pernilla a Norrbotten, regione svedese sperduta e fatta di fitti boschi, si ritrova a fiutare una notizia, qualcosa che non torna, qualcosa che potrebbe portare a fatti terribili. Continua a leggere

Il figlio sbagliato

Camilla Lackberg torna in libreria e ci porta nuovamente a Fjällbacka, dove è arrivato l’autunno. Il nuovo romanzo si intitola Il figlio sbagliato ed è pubblicato come sempre in Italia da Marsilio.

Autunno, si diceva. Un autunno di nebbia fitta che non se ne vuole andare. Non è tempo di turisti, tuttavia in paese sta per inaugurare la mostra fotografica di Rolf Stenklo, noto artista che per questa ultima kermesse ha deciso di esporre i suoi scatti più intimi, nemmeno la moglie Vivian, che l’ha sempre seguito nel suo lavoro, è all’oscuro dei soggetti che saranno in mostra. Quando mancano un paio di giorni all’apertura, però, Rolf viene ucciso nella sua galleria. Nel momento dell’omicidio, a casa dello scrittore Henning Baur, candidato al Premio Nobel per la letteratura, si sta svolgendo una festa, e l’assenza di Rolf, carissimo amico di Henning, si fa notare. Tutti vogliono capire cosa sia accaduto, ma proprio mentre le indagini hanno inizio, un altro terribile omicidio avviene proprio in casa Bauer. Continua a leggere

Tornare dal bosco

Non è prevedibile, non si può sapere come reagiremo ad un forte lutto. Non si può conoscere prima la sofferenza e cosa sarà di noi. Non lo sa nemmeno Silvia, la maestra Silvia, la protagonista di Tornare dal bosco, romanzo di Maddalena Vaglio Tanet entrato nei dodici candidati al Premio Strega 2023.

In questa storia, che prende più di uno spunto dalla realtà, l’autrice descrive perciò il dolore di Silvia, che ha perso Giovanna, una sua alunna di appena undici anni.

Siamo negli anni ’70,  Giovanna si è tolta la vita buttandosi da un ponte, e lei, che non aveva saputo affrontare al meglio lo scarso rendimento della ragazzina a scuola e i suoi comportamenti, che forse avrebbe dovuto parlare meglio e di più con la famiglia, si sente responsabile.

Così Silvia sparisce, inghiottita dal bosco che circonda la piccola comunità di Bioglio, che la cerca, si preoccupa insieme al cugino della maestra, che è più di un cugino, è quasi un fratello. Forse però è troppo tardi per trovare e salvarla. Il paese è di montagna e le paure e i sentimenti, che pure non possono essere negati, non possono nemmeno essere nominati. Continua a leggere

Buio padre

Buio padre ( Marsilio) , il romanzo di Michele Vaccari, genovese, è ambientato proprio in Liguria. Ma non sulla costa, come si potrebbe pensare parlando di una terra che tutti collegano al mare, bensì nell’entroterra, a Crinale. Crinale è un borgo un po’ sperduto tra i monti che ancor vive di attività e lavori che altrove non esistono più, come quelli della falegnameria, dell’agricoltura, della manifattura.

In questa piccola comunità ci sono anche dei giovani ragazzi condannati ad una vita piatta, ad un futuro mai brillante, se lì rimarranno. Sono così anche Raul, Adamo, Dafne e Vinicio, amici per la pelle, ognuno con i suoi sogni, ognuno con le sue frustrazioni, con la voglia di evadere da realtà e famiglie alienanti.

Quando però l’ultima segheria chiude i battenti il padre di Vinicio rimane senza lavoro, così con la famiglia decide di trasferirsi. Per salutare Vinicio i suoi amici decidono di organizzare una festa in una chiesa sconsacrata che custodisce una storia terribile, un segreto che arriva da lontano, da centinaia di anni prima. Continua a leggere

I cani del Pasvik

Lungo la linea che divide Norvegia e Russia, sulla costa del mare di Barents, ci sono due mondi.

Due mondi che si osservano, e in mezzo a loro il Pasvik, il fiume che percorre la tundra, vasti paesaggi che un tempo appartenevano solo al popolo sami.

Qui, tra gli altri, anche il pastore Piera Kyro, protagonista del romanzo di Olivier Truc I cani del Pasvik ( Marsilio), spera di poter portare un  giorno le renne al pascolo, dalla Lapponia dove è cresciuto, esattamente come hanno sempre fatto i suoi antenati quando ancora non c’era frontiera. Continua a leggere

Dentro la gabbia

Moreno Zanon è campione di Mma, le arti marziali miste dove chi ne prende parte lotta senza esclusione di colpi dentro ad una gabbia, e Dentro la gabbia è il titolo del romanzo di Stefano Cosmo ( Marsilio), di cui Moreno è protagonista.

Tatuato, muscoli definiti, un orecchio a cavolfiore, e un passato burrascoso fatto di furti e rapine, non tutti finiti nel migliore dei modi. Ed è questo che Moreno si porta dietro, insieme alla rabbia verso il fratello Marco, che si trova in carcere.

Ma sembra che le cose stiano andando meglio, specie da quando finalmente l’amore si è accorto di lui, anche se con le sembianze di Lili, ovvero la compagna di Marco nonché madre di sua figlia. Continua a leggere

L’isola

Il passato non lascia scampo, in un modo o nell’altro torna sempre, si sa. Lo sa anche Hulda Hermannsdóttir, ispettore di polizia di Reykjavík, protagonista de L’isola, romanzo di Ragnar Jonasson ( Marsilio), che è riuscita a farsi una famiglia anche se non ha mai conosciuto suo padre, ma che oramai ha perso tutto. Le rimane solo il lavoro, e su quello punta tutto.

La svolta in questo senso per lei arriva una domenica mattina, quando accetta un caso per aiutare un collega delle isole Vestmann. Sull’isola abbandonata di Elliðaey è infatti successo qualcosa.

L’isola è un luogo tanto meraviglioso quanto per certi versi ostile, e lì quattro amici trentenni di vecchia data hanno deciso di passare un fine settimana, nell’unica casa presente. Benedikt, Dagur, Klara, Alexandra. Continua a leggere

La libreria dei gatti neri

Marzio Montecristo è un ex insegnante di matematica diventato libraio grazie al suo amore per la lettura, ma una lettura focalizzata sul solo genere noir. E infatti la libreria di Marzio a Cagliari  vende solo gialli: si chiama Les Chats Noirs, La libreria dei gatti neri, che poi è anche il titolo del romanzo in questione, scritto da Piergiorgio Pulixi e pubblicato da Marsilio.

Marzio non è un grande venditore, si innervosisce facilmente davanti a clienti che a onor del vero non sono affatto preparati e infilano uno strafalcione dietro l’altro, però la sua attività è diventata nota grazie al nome, dovuto alla presenza dei due gatti che una volta arrivati non se ne sono più andati, chiamati  Miss Marple e Poirot, e al gruppo di lettura che ogni martedì si riunisce per parlare di gialli, sviscerarli, capire se ci sono lacune nelle trame. E tutto ha preso nuova piega quando i partecipanti al gruppo hanno dato una mano ad un’amica di Montecristo nella soluzione di un caso. Da allora sono diventati “ gli investigatori del martedì”. Continua a leggere