Una morte onorevole

Torna in libreria il Commissario Luca Botero, alias l’Amish, personaggio nato dalla penna di Paolo Roversi, con una nuova indagine intitolata Una morte onorevole ( Mondadori).

Botero è un personaggio affascinante e unico nel suo genere per il suo approccio investigativo decisamente retrò, senza cellulari e computer, ma con una memoria eidetica e una mente deduttiva brillante che rinuncia consapevolmente alla tecnologia moderna, preferendo affidarsi a un mix di osservazione, inferenze e attenzione alla prossemica, proprio come un detective d’altri tempi.

La trama si sviluppa nella Milano  post-Expo del 2015, con il lussuoso Savoy come teatro del crimine. Qui, l’onorevole Vincenzo Greco viene trovato morto durante una celebrazione legata alla fine dell’EXPO e al progetto della nuova tangenziale est esterna di Milano, la TEEM.

Cambio vita, vado al sud

Vivere in una città frenetica come Milano, immersi nel lavoro e nel traffico cittadino può andare bene, o forse no. Bisogna prendere le misure, decidere cosa è meglio per noi. Andare a vivere al sud, dove la vita è più calma e probabilmente salutare, può rappresentare una soluzione, certo, ma  bisogna prendere una decisione non da poco, e come in tutte le cose, anche avere u n pizzico di fortuna.

Un cambio così radicale l’ha fatto Alessandro Brunello, noto per il suo passato come comico e autore per Zelig, Rai 2, Radio 105 e come pioniere del crowdfunding. Brunello, a quarantasei anni, decide di abbandonare la frenetica vita milanese per trasferirsi in Puglia, alla ricerca di una felicità autentica e duratura. E ci racconta tutto in Cambio vita, vado al sud – diventare terroni e vivere felici.

Il libro, pubblicato da Salani,  inizia con una riflessione sulla malinconia tipica della fine delle vacanze estive, un sentimento che l’autore confessa di non provare più dopo aver cambiato radicalmente la sua vita. La narrazione di Brunello è impregnata di ironia e introspezione, rendendo il lettore partecipe del suo percorso di riscoperta e rinascita. L’idea centrale del libro è che lo stile di vita di ciascuno di noi è una scelta personale, spesso archiviata tra i pensieri semplici che sorprendentemente riaffiorano, ma che raramente vengono seguiti fino in fondo.

Elegante da morire

Che risate nel cinico mondo pieno di lustrini della moda raccontato da Renata Molho, giornalista al suo primo romanzo. Elegante da morire ( Baldini+Castoldi).

La scena non può che aprirsi a Milano: Madame JesaisTou ( alisas Gaetana Pizzuti), nota direttrice di altrettanto famosa rivista, viene trovata morta nel bagno di un esclusivo locale, uccisa con uno stiletto.  Gli invitati alla festa scambiano la scena con il sangue che fa pendant con i capelli rossi della vittima  per una performance artistica, riflettendo il cinismo e la superficialità dell’ambiente. Solo l’addetta alle pulizie, estranea a quel mondo, capisce la verità il giorno dopo. Molho crea personaggi dai nomi evocativi come Madame Jasais Tout, Only Money, Ernesto J’Adore e Gabrielle Levent Contraire, ognuno rappresentante diverse dinamiche e ipocrisie della moda.

Virginia Apgar – L’intuizione geniale

È interessante conoscere e immergersi nella straordinaria vita di una figura pionieristica della medicina moderna come Virginia Apgar.

Grazie al libro Virginia Apgar – L’intuizione geniale, Emilia Covini ci permette di farlo, raccontandoci una donna che ha rivoluzionato il campo dell’anestesia ostetrica con la sua invenzione dell’indice di Apgar.

Ma questo libro, pubblicato da Morellini,  è molto più di una semplice biografia: è un viaggio attraverso le passioni, le sfide e i successi di una donna che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia della medicina, una donna che ha dovuto lottare in un mondo dominato dagli uomini per ottenere il riconoscimento che meritava. Nonostante gli ostacoli e i pregiudizi dell’epoca, Apgar si è distinta non solo come anestesista ostetrica, ma anche come musicista e sportiva, dimostrando una versatilità e una passione fuori dal comune.

Il prezzo della purezza

Una madre, una figlia,  il tempo che  diventa un nemico e la giustizia un’illusione sfuggente. Questo è il contesto drammatico in cui si sviluppa Il prezzo della purezza, romanzo scritto da Vito Franchini e pubblicato da Giunti, terzo capitolo di una serie che ha conquistato i lettori con i suoi protagonisti Sabina Mondello e Nardo Baggio.

Sabina Mondello, dirigente della Mobile di Verona, è chiamata a risolvere un caso estremamente delicato. Una bambina italo-algerina è stata rapita dal padre e sta per essere sottoposta alla pratica dell’infibulazione. Per evitare questa barbarie, Sabina dovrà ricorrere all’aiuto di Nardo Baggio, uomo capace di ottenere giustizia operando al di fuori delle regole istituzionali. Il rapporto tra Sabina e Nardo è complesso e intenso, carico di ambivalenze che rendono la loro collaborazione tanto efficace quanto turbolenta.

Quell’odore di resina

Quell’odore di resina,  il primo romanzo della  poetessa Michela Zanarella, ci porta nel mondo interiore di Fabiola, una giovane donna segnata da difficoltà e inquietudini.

Il libro, pubblicato da Castelvecchi, è narrato in prima persona, e si snoda attraverso continui flashback e ritorni al presente, offrendo uno sguardo intimo e coinvolgente sulla vita della protagonista.

Tre sono i filoni che si intrecciano nel corso della narrazione: c’è  l’amore, la sua mancanza, nelle diverse sfumature che caratterizzano i rapporti di Fabiola, dai genitori agli uomini che attraversano la sua vita. Queste relazioni, talvolta fallimentari ma sempre fondamentali per la sua crescita personale, sono al centro della sua esperienza. C’è poi il desiderio di fuga da un’esistenza insoddisfacente, sia in senso figurato attraverso la poesia, sia in senso letterale con il  trasferimento dal Veneto a Roma. Questo viaggio riflette il bisogno di Fabiola di trovare un nuovo inizio e una nuova identità.

Città in rovine

In un epilogo carico di tensione e struggente bellezza, Don Winslow ci offre il suo addio alla scrittura attraverso Città in Rovine (HarperCollins) ,  l’ultimo capitolo della trilogia che ha visto prima i titoli Città in fiamme e Città di sogni.

Winslow ci guida attraverso i labirinti della mente del suo protagonista Danny Ryan, un eroe moderno alle prese con il peso del suo passato e il destino che lo attende.

In questa commovente conclusione, ci troviamo di fronte a una danza tra luce e ombra, tra speranza e disperazione, mentre Danny lotta con le forze oscure che minacciano di inghiottirlo.

Lady Pride and Mister Prejudice

Lady Pride and Mister Prejudice  è, come si intuisce dal titolo,. un incantevole Retelling contemporaneo di Orgoglio e Pregiudizio, una rilettura fresca e avvincente della classica storia scritta da  Jane Austen.

In questa versione moderna pubblicata da Giunti, l’autrice Bianca Marconero  delizia i lettori con un’interpretazione dei familiari personaggi di Austen.

Nella versione contemporanea, Eloisa Darcy assume il ruolo di una moderna e indipendente direttrice editoriale di Pemberly Press, mentre William Bennet è un avvocato ventiseienne che fa parte di una famiglia eccentrica e affettuosa. L’autrice ha mantenuto i tratti distintivi dei personaggi originali, trasportandoli in un contesto moderno e dando loro una nuova profondità.

Confessioni di uno scrittore in bilico

Confessioni di uno scrittore in bilico  di Rob Doyle  ( 8tto Edizioni) è un viaggio contorto e psichedelico attraverso i meandri della mente umana.

In questo romanzo sviluppato attraverso una ricerca di sé stessi, Doyle va esplorando le possibilità umane attraverso un turbine di avventure stupefacenti e delusioni.

Il protagonista, forse un riflesso dell’autore stesso, vaga da un paese all’altro, dall’America del Sud all’Asia e all’Europa, portandosi dietro un bagaglio di esperienze allucinate e nevrosi. Un continuo viaggio non solo fisico ma anche mentale attraverso uno smodato uso di funghi magici.

L’ira di Dio

L’ira di Dio di Costanza DiQuattro ( pubblicato da Baldini+Castoldi) è un viaggio nel cuore della Sicilia del XVII secolo, un’epoca segnata dalla fede, dalla passione e dalla tragedia.

Al centro di questa storia avvincente c’è Bernardo L’Arestia, un uomo diviso tra il richiamo della vocazione religiosa e i desideri del cuore. Un uomo di famiglia nobile.

Bernardo è un prete che ha abbracciato la vita ecclesiastica per compiacere la madre, che ha sempre visto in lui la presenza del demonio, e così si trova ad affrontare un conflitto interiore struggente quando incontra Tresina, una giovane donna coraggiosa fuggita da un mondo di violenze. La loro relazione proibita è un turbine di emozioni, un incrocio tra l’amore e la devozione religiosa che mette alla prova la sua fede e la sua determinazione. Una delle poche persone con cui Bernardo può parlare è Eligio, il fratello maggiore che avrebbe dovuto prendere in mano l’eredità della famiglia ma che è costretto a letto sin da bambino a causa di un incidente.