Morte accidentale di un amministratore di condominio

Le donne possono diventare molto pericolose, se messe insieme poi non si sa cosa possano combinare, l’una verso l’altra o verso gli uomini.

Lo impara l’Ispettore Mario Fagioli nel giallo di Giuseppina Torregrossa Morte accidentale di un amministratore di condominio ( Marsilio). Fagioli apprende la lezione sulle donne proprio per via della morte di Michele Noci, Amministratore romano, un uomo che in realtà non ha mai avuto bisogno di lavorare per via delle ricchezze della moglie, ma che si è ritrovato ad amministrare il caseggiato in cui vive, colmo di donne più o meno attempate, tutte molto facoltose, anche se non sempre  si direbbe.

Il giorno della Vigilia di Natale Noci viene trovato senza vita nelle scale del palazzo. Sembrerebbe a tutti gli effetti un incidente, una caduta improvvisa. Continua a leggere

Banksy

“…una forma ibrida di graffiti animata da una nuova generazione che usa adesivi, stencil, poster e sculture per lasciare il proprio segno con ogni possibile mezzo”. Così Banksy definisce la Street Art.

E di Banksy, l’artista che con la sua assenza è il più presente al mondo, si sono occupati Stefano Antonelli e Gianluca Marziani dando vita ad uno spettacolare volume edito Giunti. La copertina riprende un’immagine universalmente conosciuta, quella ragazza con il palloncino a forma di cuore. Ma di Banksy cosa sappiamo? Come riporta l’introduzione al libro, Banksy “funziona così: gli unici fatti oggettivamente veri sono le sue opere; quanto alla sua vita risulta complicato distinguere la verità epistemologica da quella mitologica”. Continua a leggere

In nome della verità

Ottavo libro della serie de I Misteri di Sandhamn, In nome della verità di Viveca Sten è stato portato in da Marsilio.  

Proprio davanti a Sandhamn, nell’arcipelago di Stoccolma, c’è il campo vela della piccola isola di  Lökholmen, dove ogni estate tanti ragazzini di svariate età si trovano per passare una vacanza imparando ad andare in barca.

Attorno a questo luogo che ha sempre rappresentato spensieratezza si svolge la trama ideata dall’autrice svedese, che vede come protagonisti gli oramai noti Thomas Andreasson, poliziotto di Nacka, e Nora Linde, avvocato di Stoccolma. Continua a leggere

Libertà grande

L’Orma Editore regala ai suoi lettori un testo pubblicato per la prima volta nel 1946, l’autore è Julien Gracq, il titolo Libertà grande.

Gracq , nato nel 1019 e morto nel 2007, è stato uno scrittore tardivo ma cruciale nella letteratura del suo tempo.

Poliedrico e inserito nel dibattito culturale, con avversione particolare per gli esistenzialistii e grande amico di André Breton,  in questo libro, Gracq porta vivide visioni suggestive attraverso uno stile in grado di narrare come pochi altri avventure, silenzi  che parlano e paesaggi, attraversando luci di albe e tramonti, viaggi reali o immaginari e luoghi in grado di rivelare stati d’animo più di ogni parola: attese, ricordi, possibilità. Continua a leggere

Game Day

La passione che fa sì che si cerchi di fare di ciò che più ci piace un lavoro sperando di arrivare lontano, le paure che bloccano nelle azioni e nei sentimenti, l’atto rivoluzionario di rimettersi in gioco: sono tutti elementi che troviamo all’interno di Game day, il libro di Federica Tronconi pubblicato da O.D.E. Edizioni.

Qui conosciamo Stefania e Andrea: lei è una giornalista affermata, tanto da rimanere sorpresa quando scopre che il suo capo la mette alla sezione sportiva quando lei pensava ad una promozione a caporedattrice, lui gioca a basket, è un famoso cestista, uno sportivo molto noto.

Stefania e Andrea si incontrano perciò per questioni di lavoro, e da subito emergono differenze apparentemente insormontabili tra loro, ma una cosa li vede uguali: l’amore per la professione. Continua a leggere

Jeanne Moreau

La scrittrice e storica  Lisa Ginzburg ha “incontrato” Jeanne Moreau per la prima volta attraverso il film di François Truffaut Jules e Jim: lo ha visto al cinema, a Roma.

Da quel momento in svariati periodi della sua vita ha pensato a lei come un modello a cui guardare: donna libera, colta, intelligente.

Oggi Ginzburg racconta l’attrice, cantante e regista, che a dispetto di ciò che l’opinione pubblica ha sempre detto di lei, si definiva “seria come un Papa”, attraverso un libro pubblicato da Giulio Perrone Editore, grazie al quale conosciamo una donna che sin da bambina amava passeggiare nei boschi imparando tutto sulla natura, una ragazzina che amava leggere specie la Bibbia , ad alta voce e con troppa enfasi, tanto da immaginare un futuro da religiosa. Continua a leggere

Un fuoco che brucia lento

Se c’è una cosa che insegna Paula Hawkins, diventata nota grazie a libri come La ragazza del treno e Dentro l’acqua, è che non si può mai abbassare la soglia dell’attenzione. Lo fa anche con il suo nuovo romanzo, Un fuoco che brucia lento ( Piemme), in cui gli intrecci tra i personaggi danno vita ad una storia tanto angosciante quanto coinvolgente.

L’ambientazione è quella di Regent’s Canal, Londra: qui, dentro una casa galleggiante, viene ritrovato il corpo senza vita del giovane Daniel Sutherland, ucciso brutalmente.

Immediatamente le indagini della polizia londinese si concentrano su tre figure femminili. La prima è Laura, una ragazza un po’ spiantata, abbandonata a sé stessa dai genitori, incapace di non dire ciò che pensa, senza freni inibitori a causa di una lesione cerebrale seguita ad un incidente avuto da bambina. Lei è stata l’ultima a vedere Daniel. Continua a leggere

Le stagioni del viaggio

Libro nel libro, quello che nasce nella mente di Elisa, la protagonista di Le stagioni del viaggio, nuovo romanzo di Maria Pia Romano ( Besa Muci Editore): Elisa è una giornalista e ghost writer, ha sempre scritto per gli altri, lavorato in un’emittente televisiva di Lecce, la sua città, ma da tempo non sente più di vivere la sua vita. Elisa ha la sensazione di non avere nulla di suo, le sembra di andare a casaccio, così trova la soluzione in un viaggio con solo biglietto d’andata, meta la Grecia, un’isoletta minuscola come ce ne sono tante lì, ma ogni isola in realtà è unica.

La vita, tra un’estate piena di vacanzieri e l’altra, scorre lentamente, ed Elisa trova il piacere della vista nelle onde del mare, del gusto nel miele, nello yogurt e nei gusti del paese, ritrova il modo di pensare.

Qualcosa è accaduto nella sua vita, e la ferita è apertissima, un cratere in cui ogni giorno Elisa ha temuto di cadere senza potersi rialzare. E invece, quell’isola le dona una nuova vita, nuovi incontri, una nuova visione delle cose e la possibilità di scrivere di nuovo, per sé stessa, una storia sua, che esce senza poter essere bloccata. Continua a leggere

Le regole degli infami

Un poliziesco coinvolgente che racconta le infiltrazioni criminali e mafiose del nord est italiano. E’ Le regole degli infami di Fulvio Luna Romero ( Marsilio),  un  romanzo che prende spunto da vicende di cronaca e riporta colpi di scena e continui cambi di rotta.

Siamo nella penisola di Jesolo, tratto circondata dal mare e dalla laguna veneziana, una terra che vive soprattutto in estate quando viene invasa da turisti e che in inverno diviene poco più di un paese.

Jesolo è controllata dall’Azienda, organizzazione controllata da Andrea Salvi, un uomo che mantiene un profilo basso nonostante sia pieno di soldi, uno che controlla tutto ma si fa vedere poco, lasciando il lavoro sporco a chi lavora per lui: Africa, un uomo di origini campane che non ha paura di nessuno e ammazza uomini come fossero mosche senza cedere al senso di colpa, Negro, lombardo schivo, gran fumatore, e Bomber, uno che ha poco in comune con gli altri, ama il lusso e lo da a vedere, promessa non mantenuta del calcio che conta ma che continua a giocare nelle serie minori dove si sente venerato come un dio dai suoi tifosi e dalle donne, dalle quali non ama ricevere un “no”. E poi c’è Valentina, la sorella di Bomber e fidanzata di Salvi, una donna determinata e unica. Continua a leggere

Giuditta e il monsù

Costanza Di Quattro, autrice teatrale e non solo, torna in libreria,  e lo fa con un romanzo che arriva dalla fine dell’800, periodo che la scrittrice ama raccontare attraverso storie vere arrivate sino a noi poi rivisitate e romanzate.

Giuditta e il monsù è il titolo del volume pubblicato da Baldini+Castoldi, siamo a Ibla, in Sicilia.

E’ il 1884 e in una notte di maggio nascono due bambini, un maschio e una femmina. Lei è Giuditta, ultima figlia del Marchese Romualdo, che di maschi eredi non vede nemmeno l’ombra a quanto pare; lui invece verrà chiamato Fortunato, perché abbandonato sì davanti ad un portone, ma ha anche trovato due nuovi genitori che lavorano proprio per il Marchese e la moglie Ottavia. Continua a leggere