Giorgiana Masi. Indagine su un mistero italiano

Il 12 maggio 1977 Giorgiana Masi rimase uccisa a Roma, al termine di una manifestazione organizzata dai Radicali.  Quell’omicidio non ha mai avuto un colpevole.

Oggi, a quarant’anni di distanza, Concetto Vecchio, giornalista e scrittore, ha pubblicato un libro, un’indagine per riportare a galla questa morte senza soluzione, cercandone una.

Giorgiana Masi – Indagine su un mistero italiano ( Feltrinelli) riporta i fatti antecedenti e posteriori alla morte della ragazza allora diciottenne, ed è un quadro della situazione politica e sociale del tempo. Quel giorno si stava festeggiando il terzo anniversario del referendum sul divorzio, e ad un tratto, sul Ponte Garibaldi, una pallottola uccise un’incolpevole Giorgiana,. Per molto tempo i Radicali accusarono l’allora Ministro dell’Interno Francesco Cossiga di aver coperto i colpevoli. Dal canto suo, lo stesso Ministro sostenne che a far fuoco fosse stato un esponente del gruppo Autonomia Operaia, unitosi alla manifestazione, mentre la sinistra extraparlamentare era convinta che l’assassino facesse parte delle forze dell’ordine in borghese presenti quel giorno. Anche se Cossiga, che dopo l’omicidio del poliziotto Settimio Passamonti aveva vietato raduni in piazza, ne smentì per lungo tempo la presenza.

Concetto Vecchio , dopo lunghe e accurate ricerche, riapre attraverso il suo libro una storia, una ferita del nostro paese, cercando la verità, perché una morte come quella di Giorgiana Masi non ha mai avuto giustizia, finita nel dimenticatoio, per il tempo che passa, e per volontà di qualcuno.

Tramite sopralluoghi, interviste e carte rimaste a prendere polvere per quarant’anni, il giornalista ha ritrovato i nomi e i volti di molti, come quello di Giovanni Santone, poliziotto la cui immagine con la pistola in mano divenne il simbolo di quella giornata, e la lotta tra Francesco Cossiga e il leader dei Radicali Marco Pannella.

Perché ogni omicidio deve avere un colpevole, perché ogni morte come quella della diciottenne Giorgiana  non può rimanere sepolta senza un perché.

Un libro dallo stile brillante e risultato di una mente acuta e ovviamente curiosa, quello di Concetto  Vecchio.

Da leggere, perché necessario, perché è parte della nostra storia. Perché bisogna almeno tentare di capire chi ha ucciso Giorgiana.

Concetto Vecchio

Giorgiana Masi. Indagine su un mistero italiano

Feltrinelli

Pagine:213

Prezzo: 18,00 euro

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Giorgiana Masi. Indagine su un mistero italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *