Libertà grande

L’Orma Editore regala ai suoi lettori un testo pubblicato per la prima volta nel 1946, l’autore è Julien Gracq, il titolo Libertà grande.

Gracq , nato nel 1019 e morto nel 2007, è stato uno scrittore tardivo ma cruciale nella letteratura del suo tempo.

Poliedrico e inserito nel dibattito culturale, con avversione particolare per gli esistenzialistii e grande amico di André Breton,  in questo libro, Gracq porta vivide visioni suggestive attraverso uno stile in grado di narrare come pochi altri avventure, silenzi  che parlano e paesaggi, attraversando luci di albe e tramonti, viaggi reali o immaginari e luoghi in grado di rivelare stati d’animo più di ogni parola: attese, ricordi, possibilità. Continua a leggere

I consigli del libraio. A ottobre c’è Davide Mosca della Libreria Verso, Milano.

Verso nasce da un gruppo di amici, con anni di esperienze nel mondo editoriale: Andrea Gessner, editore di Nottetempo; Pietro Biancardi, editore di Iperborea; Tomaso Biancardi, scout letterario; Alessandro Beretta, critico letterario del Corriere; Lisa Sacerdote, photoeditor. A dirigere la libreria è lo scrittore Davide Mosca. Editorialista di Riza Psicosomatica, ha scritto una quindicina di libri. Il suo ultimo romanzo è Le notti nere di Praga (Mondatori 2017).

L’ispirazione di base è quella di una libreria-laboratorio che offra itinerari di lettura, occasioni di incontro e uno spazio di aggregazione. Ogni anno Verso organizza circa trecento eventi, che riguardano l’intero panorama culturale e non solo.

 

 

I tre libri consigliati da Davide:  Continua a leggere