La ragazza unicorno

E’ un romanzo che sta facendo molto parlare quello intitolato La ragazza unicorno scritto da  Giulia Sara Miori e pubblicato da Marsilio. Il perché sta anche nel fatto che la trama si sviluppa su più piani:  da una parte c’è la vicenda principale, in cui la realtà si mescola  con la finzione, portando il lettore a interrogarsi sul confine tra ciò che è vero e ciò che è immaginario.

Perché un uomo comune come il signor Cattaneo nel giorno del suo compleanno riceve una mail sospetta e appena uscito dall’ufficio in cui lavora da anni viene rapito?  Sin dalle prime pagine, sia il lettore che il protagonista sono immersi nell’oscurità, cercando di risolvere il mistero che circonda la sua prigionia.

I segreti nascosti nelle opere d’arte

Nel volume I segreti nascosti nelle opere d’arte ( Diarkos),  Alessio Atzeni ci conduce in un’avventura immersiva nell’arte, invitandoci a esplorare le profondità misteriose e multi-dimensionali delle opere d’arte più celebri. Atzeni, docente di arte, artista e studioso di mistica e alchimia, ci guida attraverso un viaggio affascinante che va oltre la superficie visibile delle opere, rivelando strati di significato e simbolismo che catturano l’immaginazione e alimentano la nostra percezione artistica.

L’autore ci invita a considerare le opere d’arte come enigmi da decifrare, come sfingi che celano segreti e misteri. Attraverso un’analisi attenta e approfondita, impariamo come ogni dipinto o scultura possa raccontare molteplici storie contemporaneamente, aprendo le porte a un universo di interpretazioni e significati nascosti.

Dedicato principalmente  a Caravaggio, il libro offre uno sguardo intrigante sulla vita e sulle opere di questo maestro indiscusso, noto non solo per la sua abilità artistica, ma anche per la sua vita tumultuosa.

Città in rovine

In un epilogo carico di tensione e struggente bellezza, Don Winslow ci offre il suo addio alla scrittura attraverso Città in Rovine (HarperCollins) ,  l’ultimo capitolo della trilogia che ha visto prima i titoli Città in fiamme e Città di sogni.

Winslow ci guida attraverso i labirinti della mente del suo protagonista Danny Ryan, un eroe moderno alle prese con il peso del suo passato e il destino che lo attende.

In questa commovente conclusione, ci troviamo di fronte a una danza tra luce e ombra, tra speranza e disperazione, mentre Danny lotta con le forze oscure che minacciano di inghiottirlo.

Lady Pride and Mister Prejudice

Lady Pride and Mister Prejudice  è, come si intuisce dal titolo,. un incantevole Retelling contemporaneo di Orgoglio e Pregiudizio, una rilettura fresca e avvincente della classica storia scritta da  Jane Austen.

In questa versione moderna pubblicata da Giunti, l’autrice Bianca Marconero  delizia i lettori con un’interpretazione dei familiari personaggi di Austen.

Nella versione contemporanea, Eloisa Darcy assume il ruolo di una moderna e indipendente direttrice editoriale di Pemberly Press, mentre William Bennet è un avvocato ventiseienne che fa parte di una famiglia eccentrica e affettuosa. L’autrice ha mantenuto i tratti distintivi dei personaggi originali, trasportandoli in un contesto moderno e dando loro una nuova profondità.

Un uomo ordinario

E’ da poco in libreria  Un uomo ordinario, romanzo di Tommaso Agnese pubblicato da Affiori ( Giulio Perrone Editore) ; una storia, quella raccontata da Agnese, che catapulta il lettore nel labirinto oscuro della mente di Lino, un uomo che per tutta la sua vita è stato invisibile, lavoratore, figlio di una madre che l’ha sempre denigrato, un uomo che da sempre non lascia il segno, ma così intriso di ossessioni e paure che lo rendono un personaggio unico.

Ma Lino, analista bancario solitario e ipocondriaco, un giorno si ritrova involontariamente coinvolto in un vortice di eventi misteriosi e pericolosi, culminanti con un’accusa di omicidio.

Confessioni di uno scrittore in bilico

Confessioni di uno scrittore in bilico  di Rob Doyle  ( 8tto Edizioni) è un viaggio contorto e psichedelico attraverso i meandri della mente umana.

In questo romanzo sviluppato attraverso una ricerca di sé stessi, Doyle va esplorando le possibilità umane attraverso un turbine di avventure stupefacenti e delusioni.

Il protagonista, forse un riflesso dell’autore stesso, vaga da un paese all’altro, dall’America del Sud all’Asia e all’Europa, portandosi dietro un bagaglio di esperienze allucinate e nevrosi. Un continuo viaggio non solo fisico ma anche mentale attraverso uno smodato uso di funghi magici.

L’ira di Dio

L’ira di Dio di Costanza DiQuattro ( pubblicato da Baldini+Castoldi) è un viaggio nel cuore della Sicilia del XVII secolo, un’epoca segnata dalla fede, dalla passione e dalla tragedia.

Al centro di questa storia avvincente c’è Bernardo L’Arestia, un uomo diviso tra il richiamo della vocazione religiosa e i desideri del cuore. Un uomo di famiglia nobile.

Bernardo è un prete che ha abbracciato la vita ecclesiastica per compiacere la madre, che ha sempre visto in lui la presenza del demonio, e così si trova ad affrontare un conflitto interiore struggente quando incontra Tresina, una giovane donna coraggiosa fuggita da un mondo di violenze. La loro relazione proibita è un turbine di emozioni, un incrocio tra l’amore e la devozione religiosa che mette alla prova la sua fede e la sua determinazione. Una delle poche persone con cui Bernardo può parlare è Eligio, il fratello maggiore che avrebbe dovuto prendere in mano l’eredità della famiglia ma che è costretto a letto sin da bambino a causa di un incidente.

Qualcuno che conoscevo

Un esordio veramente sorprendente quello di Francesca Mautino, autrice di Qualcuno che conoscevo, romanzo pubblicato da Longanesi.

La scrittrice affronta con maestria un intricato intreccio di emozioni, umorismo e mistero, attraverso una scrittura rapida, senza fronzoli dove però le descrizioni fanno immergere perfettamente il lettore nelle ambientazioni di Torino, la città dove la trama si svolge.

Conosciamo così Valentina Bronti, una trentenne torinese alle prese con una carriera in pausa e una vita sentimentale complicata. Valentina è infatti una donna intraprendente, piena di spirito, ,ma è anche madre di tre gemelle e compagna di un uomo, Marco, che oramai dorme nel ripostiglio. Nulla è semplice, per chi lo è, specie se le tue figlie tentano l’evasione dall’asilo un giorno si e l’altro no.

Le sette donne di Jamie Spellman

E’ da poco uscito in libreria l’esordio letterario di Rose Wilding, scrittrice di Manchester. Il titolo è Le sette donne di Jamie Spellman, e con questa storia l’autrice  ci catapulta in una intricata trama di mistero e vendetta.
Pubblicato per Marsilio Editori nella Collana Farfalle, questo avvincente giallo promette di tenere i lettori incollati alle pagine fino all’ultima riga.

Il romanzo si apre nel cuore della notte del 31 dicembre, in una squallida stanza d’albergo alla periferia di Newcastle, dove sette donne si trovano di fronte al cadavere insanguinato di Jamie Spellman. o meglio, davanti alla sua testa

Ognuna di loro aveva un valido motivo per desiderare la sua morte, anche se tutte giurano di non averlo ucciso. Tra di loro c’è l’ex compagna, che nasconde un oscuro segreto dietro il velo dell’alcolismo, la vedova intrappolata in una casa isolata, l’amante adolescente bloccata in un futuro incerto, la figura materna che si dibatte sotto il peso della colpa, la collega costretta a fare scelte difficili e l’amica di famiglia perduta nella nostalgia di un passato ingannevole. C’è anche la giornalista che ha riunito tutte loro in quella stanza, senza rendersi conto fino a che punto una di loro sarebbe arrivata pur di mantenere viva la propria verità.

Nataroccia

Nataroccia ( Alcatraz)  di Silvana Miano è un romanzo audace e toccante che esplora la vita di Fulvia, donna siciliana dalla personalità vivace e dalla mente acuta.

La narrazione si snoda tra il passato e il presente, offrendo al lettore una panoramica ricca e sfaccettata della vita di Fulvia, dai suoi giorni d’infanzia nell’entroterra siciliano fino alla sua vita adulta in una grande città.

Attraverso la voce alternante della giovane Fulvia e della donna adulta, Miano dipinge un ritratto complesso e intenso di una protagonista che lotta con il suo corpo, con le aspettative della società e con i legami familiari oppressivi. Fulvia è una donna che cerca disperatamente un senso di libertà e accettazione, ma che si trova costantemente in lotta con il suo corpo, affetto da bulimia e sovrappeso.