Cosa accade quando si idealizza un padre che nasconde molti segreti?

Può capitare nella vita che si idealizzi qualcuno per poi capire che in realtà quel qualcuno ci ha procurato ben più di un problema, che con le sue azioni ha modellato il nostro carattere definendo quello che siamo diventati, il rapporto con noi stessi e con gli altri. Rapporti difficili, da comprendere, analizzare, gestire.

Nel caso di Teresa Ciabatti, autrice de La più amata, romanzo pubblicato da Mondadori, ad esser stato idealizzato è il padre, Lorenzo Ciabatti. Chirurgo primario nell’ospedale di Orbetello, Lorenzo è per tutti il Professore ,  quello che ha vissuto e lavorato in America, quello che ha conosciuto persone importanti e ha stretto amicizia con chi conta davvero. E lui stesso conta davvero: tutti vogliono parlare con lui, perché lui è buono, salva vite e persone, fa del bene.

La più amata parla di lui, di Teresa, della famiglia Ciabatti.

Lorenzo, detto Renzo, proviene da una famiglia di imprenditori in vista, padrona della provincia di Grosseto, e  con i fratelli ha fatto sì che il loro patrimonio crescesse sempre di più.

Poi c’è  Francesca Fabiani, madre di Teresa, che al contrario del marito proviene da una realtà modesta. Nata a Roma, ha dedicato la vita allo studio, si è impegnata per arrivare alla laurea in medicina, è diventata anestesista, e nel corso della sua giovinezza ha pensato che la sua esistenza sarebbe sempre stata votata alla carriera. Almeno fino a quando, appunto, ha conosciuto Renzo, l’ha sposato,e con lui ha avuto due figli gemelli, Teresa e Gianni.

Scena in primo piano, nella mente dell’autrice e nel libro, è la piscina di Villa al Pozzarello, la prima villa con piscina dell’Agentario: una piscina a mosaico, con mattonelle in cinque colori, dall’azzurro chiaro al blu scuro a sottolineare la profondità che si può raggiungere tuffandosi dal trampolino, per cercare di spiare dentro quei curiosi oblò al di là dei quali c’è un bunker… Dentro l’acqua, a sguazzare, Teresa bambina che gioca con un coccodrillo verde, e fuori dall’acqua  un uomo, uno sconosciuto, che punta una pistola nella schiena dell’adorato papà. Subito dopo Renzo  se ne va con lui, quasi senza fiatare, sotto gli occhi sbarrati dei familiari.

Chi era dunque Lorenzo Ciabatti? Chi era davvero quell’uomo? Quello che amava a dismisura la sua bambina tanto da realizzare ogni suo desiderio, persino farle toccare quell’anello con zaffiro che non si toglieva mai dal dito indice, l’anello dell’Università americana, dicevano alcuni, l’anello del potere, bisbigliavano altri, o un uomo violento, calcolatore, che nascondeva tanti, troppi segreti?

Sua figlia ha cercato di capire, ha indagato. Nel corso della sua vita ha visto persone e sentito nomi, che riporta nel libro: Ronald Reagan, Robert Wood Johnson, Presidente della Johnson&Johnson e amico di famiglia, Marilyn Monroe…sino a quel personaggio, Licio Gelli, capo della loggia massonica P2…

Lorenzo Ciabatti è morto nel 1990, a sessantun anni. Tutti i beni di famiglia sono spariti, l’ingente patrimonio sembra non essere mai esistito, della ricchezza non è rimasta traccia. E nemmeno della più amata.

La storia di Teresa Ciabatti è una storia sorprendente, ricca di avvenimenti.

La  ricerca sulla vera identità del padre è un modo per capire la sua. Ci siamo chiesti chi fosse Lorenzo Ciabatti, ma la vera domanda che l’autrice si fa è “chi è Teresa Ciabatti?”. Teresa era una bambina capricciosa, testarda, determinata, voleva conquistare tutto e tutti. Oggi, a quarantaquattro anni, ci parla delle difficoltà nel mantenere relazioni, della volontà di allontanare tutti, dell’incostanza. Teresa Ciabatti scrive ” ho quarantaquattro anni e non trovo pace”. Senza  i suoi genitori ( anche la madre è mancata )e un fratello che le addossa molte colpe, che se ne è andato via il giorno del matrimonio della sorella senza che lei fosse in grado di fermarlo, Teresa è rimasta l’unica Ciabatti. Si sente incompiuta.

Ma il suo romanzo racconta una volontà: quella di cercare e cercarsi. E questo non denota incompiutezza.

Teresa Ciabatti

La più amata

Mondadori

Pagine: 218

Prezzo: 18,00 euro

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *