Odio

Odio. Un titolo forte, che mette di fronte a quello che la razza umana è forse sempre stata, ma che oggi tocca livelli altissimi, un libro che racconta il potere nell’Italia di oggi.

Scritto da Daniele Rielli e pubblicato da Mondadori, Odio ha come protagonista Marco De Sanctis, laureato in filosofia e founder di Before, una startup che utilizza l’intelligenza artificiale per predire i comportamenti delle persone.

Dall’idea al successo, dal primo round di soldi portati dagli investitori verso il secondo sino all’incontro con chi è diventato il suo mentore, Mastro., i giornalisti che oggi accusano Marco per una vecchia terribile storia che l’ha visto protagonista suo malgrado, non hanno idea di quanto la sua storia sia stata avventurosa. Continua a leggere

Il morso della vipera

Nel 1935 a Torino, mentre il fascismo sta prendendo potere, Anita ha deciso di non lavorare più nel negozio dei genitori; vuole sposarsi, ma forse no.

Forse prima vuole trovarsi un lavoro tutto suo, nessuno ha mai creduto nelle sue capacità, Anita è bella, ma forse non così intelligente. E invece eccola alla scrivania della redazione di Saturnalia, rivista che pubblica racconti gialli americani dopo averli tradotti sotto la supervisione di Sebastiano Satta Ascona.

Così ha inizio il nuovo romanzo di Alice Basso Il morso della vipera ( Garzanti ). Continua a leggere

La donna cardinale

In una Chiesa colma di complotti e rivalità, conservatrice e poco avvezza a riconsiderare il ruolo delle donne, l’arrivo di un papa che vuole cambiare le regole rappresenta uno scossone da arginare in ogni modo.

E così, nel romanzo di Lucetta Scaraffia La donna cardinale ( Marsilio), il lettore si trova dinnanzi alla figura di papa Ignazio, che si mette di traverso allo Ior, che vuole ripulire il Vaticano, e vuole dare più spazio alle donne, dando loro ruoli mai avuti prima, addirittura quello di cardinale. Tabù troppo grandi da abbattere, e quello da abbattere, per molti, è proprio il Santo Padre.

Nel romanzo, in cui i complotti sono in ogni pagina, si aggira anche l’archiatra, il medico personale di papa Ignazio, Gregorio, vedovo da molti anni, con una bella carriera e che ad un tratto, inaspettatamente incontra Chantal, una donna francese colta, bella, che si interessa a lui. Continua a leggere

Il violino della salvezza

In una Trieste dal cielo a tratti pulito e trasparente, a tratti plumbeo e tetro, in un ottobre che rende sempre e comunque la città un dipinto, si sta per disputare la famosa Barcolana, la regata che vede tante persone partecipare, assistere, festeggiare.

Anche Renzo De Stefano, commissario di Aquileia trasferitosi da poco per amore della sua compagna, si gode il momento di festa.

Così si apre il romanzo di Salvo Bilardello, Il violino della salvezza ( Libromania – DeA Planeta): le prime righe sembrano regalare un sogno al lettore, ma anche in una città dove il vento è padrone e potrebbe spazzare via tutte le brutture del mondo, accadono fatti terrificanti.

E infatti, durante la 47° Edizione della Barcolana arriva la notizia di un duplice omicidio: su una delle barche sono stati trovati i cadaveri di due uomini, uno dei quali marchiato con due lettere sulla fronte: NN. Continua a leggere

Apriti cielo! Confessioni minime di due steward al servizio di Sua Maestà

Se fai un mestiere come lo steward e passi molte ore in compagnia di persone sempre diverse, con le loro esigenze e le loro follie, può capitare di avere molte storie da raccontare sull’essere umano.

E infatti, Franco Lombini e Mario Tadiello, italiani ma residenti nel  Regno Unito, hanno raccolto nel tempo un bel po’ di materiale, tanto da creare un libro: Apriti cielo! Confessioni minime di due steward al servizio di Sua Maestà ( edito Bookabook, prima casa editrice italiana che pubblica libri attraverso il crowdfunding) è una raccolta di quanto di più assurdo sia capitato loro durante le ore passate nei cieli. Continua a leggere

Le amiche imperfette

Le amiche imperfette ( besa muci)  di Maria Pia Romano, autrice nata a Benevento, è un romanzo che fa riflettere sui rapporti, sulla lealtà, sull’amore; ma anche su quanto sia complesso sentirsi realizzati nella vita, su quanto ci sia, troppo spesso, quasi sempre, qualcosa che manca e che ostinatamente vediamo nelle vite altrui anche con certa invidia e un po’ di rabbia verso chi non sa apprezzare quanto il destino ha voluto regalargli.

In questo romanzo, nel leccese, le vite di Angelica ed Elisa si incrociano, in realtà l’avevano fatto tanto tempo prima, a scuola: bellissima, sposata con un noto chirurgo, con una laurea ma senza aver mai avuto bisogno di lavorare la prima; intraprendente ma sempre precaria, con un lavoro da giornalista nella televisione locale, senza marito e senza figli la seconda.

Angelica passa le sue giornate leggendo molto, e ogni tanto scrive racconti; quando la sua amica Francesca viene a saperlo la convince a contattare una casa editrice del luogo, deve assolutamente pubblicare un romanzo, il suo successo sociale non sarà più all’ombra del marito, per altro spesso assente, dedito al lavoro, poco attento, ma dipenderà da lei, solo da lei e dalla sua grande dote, la scrittura.

Angelica si lascia facilmente convincere, chiede un appuntamento alla casa editrice, dove incontra persone disponibilissime a pubblicare il suo libro. Per forza, è una casa editrice a pagamento. Questo però non ferma Angelica, che dispone di soldi e vuole il successo. A fermarla sarà il foglio bianco. Presto, infatti, la donna si rende conto di non essere in grado di realizzare un progetto così grande e importante, un libro che avrebbe dovuto essere quasi completamente autobiografico, anche se all’insaputa di tutti. Angelica non può raccontare se stessa e allora decide di farlo fare a qualcun altro: Elisa.

Elisa rimane stupita dalla richiesta della vecchia conoscenza, ma accetta. Ha bisogno di soldi, e sa scrivere. Così le due donne iniziano a frequentarsi, e piano piano diventano amiche.

E loro, così diverse, nel carattere, nei modi, nello stile di vita, si troveranno a condividere più di quanto potessero pensare. Nel bene e nel male, fuori e dentro il romanzo che piano piano prende forma sotto gli occhi degli abitanti del borghese condominio Azalea, che tutto vedono e che tutto cercano di sapere.

 

Maria Pia Romano

Le amiche imperfette

Besa muci

Pagine: 215

Prezzo: 15,00

Il bacio

Tra il 1999 e il 2000, il famoso millenium bug, nasce questa storia da qui è stata tratta anche una graphic novel ( Diana, 1999).

Il bacio è il titolo del romanzo di Simonetta Caminiti  ( pubblicato da Words Edizioni) che racconta di Diana, oramai trentaduenne, che ripercorre i suoi diciassette anni, vissuti proprio nel ’99: gli anni che precedono la maturità, in cui la persona si forma, in cui le esperienze vengono vissute con slancio, con la paura di sbagliare e la voglia di arrivare.

Diana cresce col della Eleanor Rigby dei Beatles,  è timida, frequenta l’oratorio, le piace stare da sola e la persona con cui si confida è una suora laica. Ma Diana vorrebbe anche essere diversa, più spensierata, in grado di fare amicizia facilmente, vorrebbe piacere ai ragazzi, vorrebbe esplorare il mondo: in qualche modo Diana vorrebbe essere come la sua sorella adottiva, Khady, più grande di un paio d’anni. Khady è l’opposto di Diana, nell’aspetto e nel carattere; lei è sensuale disinibita. Continua a leggere

Capitan Papaia e Greta – La piccola guerriera che voleva attraversare l’oceano

Beatrice Borromeo e Pierre Casiraghi diventano un libro illustrato.

Il progetto nasce da quando Greta Thunberg, la giovane ambientalista che fa parlare si sé in tutto il mondo da quando ha inventato il “Friday for future” per portare l’attenzione dei potenti del mondo sugli enormi problemi del nostro pianeta, è stata accompagnata dal principe monegasco sulla sua barca a vela per raggiungere il Summit delle Nazioni Unite a New York dedicato proprio ai cambiamenti climatici. L’idea iniziale della ragazzina svedese è da sempre quella di non prendere l’aereo per evitare di inquinare ulteriormente i nostri cieli, così, in due settimane, partendo da Plymouth, Pierre e Greta hanno raggiunto gli Stati Uniti.

Da quell’avventura, dalla voglia di cambiare il mondo è nato quindi Capitan Papaia e Greta – La piccola guerriera che voleva attraversare l’oceano, libo della moglie di Casiraghi, Beatrice Borromeo per l’appunto, edito da Il Sole24Ore in collaborazione con la Fondation Prince Albert II De Monaco.

Il libro, dedicato ai giovani lettori, è stato illustrato da Maddalena Gerli: qui la famiglia Casiraghi e Greta Thunberg diventano disegni perché anche i più piccoli possano comprendere l’importanza di questa storia e di ciò in cui molta gente crede per cercare di salvare la terra, comportandosi eticamente. Continua a leggere

Nina la poliziotta dilettante

Criticata da molti, considerata “impudente scombiccheratrice di carte, priva di capacità di scrivere con prosa raffinata: questo è stata al suo tempo Carolina Invernizio, che in realtà nel corso dell’800 diede vita ad una vivacissima e importante produzione di romanzi che ebbero grande successo. Se per tanti Invernizio non era una scrittrice di qualità, la verità è che molti dei suoi romanzi sarebbero oggi considerati best seller.

Una cosa è certa, Carolina Invernizio è la “madre del giallo all’italiana”. Oggi, grazie a Rina Edizioni, si può trovare in libreria un esempio di tutto ciò:  Nina la poliziotta dilettante è un giallo senza ombra di dubbio originale, molto originale, basato su scambi d’identità, su morti presunte e reali.

Una notte di settembre a Torino il conte Carlo Sveglia, fidanzato con la bellissima operaia Nina, viene assassinato appena uscito da casa di quella che di lì a poco sarebbe diventata sua moglie. Ma proprio per la differenza di ceto sociale i sospetti, da parte della polizia, ricadono proprio sulla ragazza e su un suo amico, Martino Vigna. Appare però evidente che i due non abbiano nulla a che vedere con la morte del Conte, e anzi, presa dallo sconforto, Nina decide di uccidersi. O almeno è ciò che fa credere a tutti. In verità Nina ha deciso che se la polizia non troverà il colpevole sarà lei a farlo, entrando sotto falsa identità nella casa della Contessa Sveglia, zia amatissima di Carlo. Continua a leggere

Doppio silenzio

Un nuovo capitolo per Sebastiano Guarienti, il personaggio di Gianni Farinetti che chi ama il giallo ha conosciuto nel 1996 con Un omicidio fatto in casa.

In Doppio silenzio, questo il titolo dell’ultimo scritto, lo sceneggiatore che oramai da tempo ha lasciato Roma per andare a vivere in Piemonte, nelle sue terre, le langhe, e condurre una vita che sente più affine a ciò che è , si trova momentaneamente in Sicilia, a Palermo.

E’ infatti stato invitato per il fine settimana al matrimonio di un amico con una giovane ragazza, figlia di una famiglia in vista, molto facoltosa. Continua a leggere